Open Fiber

La Calabria nel terzo bando per il piano BUL: banda ultra larga in 370 comuni entro il 2022

Come si è notato soprattutto durante il periodo di lockdown, non tutto il territorio calabrese dispone di infrastrutture di rete in fibra ottica a banda ultra larga, rendendo così difficile per i residenti di alcune aree geografiche sia accedere a servizi quali telemedicina e didattica a distanza che lavorare in remoto.

La Calabria, figurando però tra le regioni italiane maggiormente cablate (per il 70% del territorio contro il 60% della media nazionale secondo i dati Agcom) è stata inserita insieme alla Puglia e alla Sardegna, come sottolineato dall’edizione di ieri 17 Agosto 2020 del quotidiano Gazzetta del Sud, nel terzo e ultimo bando per il piano BUL del MISE, gestito da Infratel e assegnato nel 2019 ad Open Fiber, proprio per poter garantire la fibra ottica in tutte le zone ancora scoperte.

La punta dello stivale italiano era già stata interessata dal precedente e ormai concluso progetto per la digitalizzazione denominato Piano banda larga: una gara vinta da TIM che ha visto un investimento di 100 milioni di euro (63,5 milioni di euro da fondi europei, i restanti da privati) per connettere con la fibra ottica circa 800 mila unità immobiliari.

Invece, con uno stanziamento di 29 milioni di euro, Open Fiber, società compartecipata da Enel e Cdp e guidata da Elisabetta Ripa, si impegna a distribuire i propri servizi di rete in 370 comuni, o in modalità cablata FTTH (Fiber to the home) o in Wireless con la tecnologia FWA, con l’obiettivo di raggiungere circa 97 mila immobili entro il 2022.

I cantieri sono stati già avviati a Bianco in provincia di Reggio, a San Mauro Marchesato nel Crotonese, a Rovito, a Santa Maria del Cedro e Cerchiara nel Cosentino, a San Floro nel comune di Catanzaro e a San Calogero.

Si ricorda che per FWA si intende una tecnologia di rete che sfrutta due postazioni fisse: una stazione radio del service provider o un ripetitore che comunica con un’antenna installata presso il cliente finale.

In questa terza settimana di Agosto 2020 Open Fiber ha inoltre collaudato le infrastrutture di Buseto Palizzolo in Sicilia, Pinzano al Tagliamento in Friuli Venezia Giulia, San Maurizio d’Opaglio in Piemonte, Issogne in Valle d’Aosta, Torlino Vimercati in Lombardia, oltre nei comuni con prescrizioni di Bonito in Campania, Orsenigo in Lombardia, Baucina in Sicilia, Vastogirardi e Castelbottaccio nel Molise, Collepietro in Abruzzo, Montefalco in Umbria, Bomporto e Bastiglia in Emilia Romagna, Labro nel Lazio, Dolegna del Collio in Friuli, Montescheno nel Piemonte e Monte cavallo nelle Marche.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button