Reti e Frequenze

UNCEM e i ritardi nel Piano BUL: le responsabilità dei soggetti pubblici nazionali

L’UNCEM, Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani, ha nuovamente denunciato i ritardi sui lavori per il piano banda ultralarga e difendendo i Comuni dalle critiche sulle responsabilità delle amministrazioni locali.

Secondo UNCEM, il ritardo del Piano BUL per la copertura in fibra è gravissimo e lascia molto preoccupati i sindaci, le imprese e le associazioni del territorio.

Ciò si ripercuote anche sulle linee in tecnologia FWA, che riuscirebbero a garantire la connettività nelle aree montane e che invece secondo UNCEM pagano il rallentamento sulla copertura in fibra, vista la loro natura di tecnologie complementari alla fibra ottica.

Marco Bussone, Presidente di UNCEM

Il Presidente di UNCEM, Marco Bussone, è tornato dunque a denunciare i ritardi nei lavori, difendendo i comuni accusati talvolta di rallentare l’esecuzione dei progetti. Secondo il Presidente, la responsabilità dei ritardi andrebbe invece ricercata tra i soggetti pubblici nazionali:

“Siamo molto preoccupati per i ritardi. Sono preoccupati i Sindaci, le imprese, le Associazioni del territorio. Nel Piano Progettiamo il Rilancio si fa riferimento alla rete unica, all’impegno sulle aree bianche. Occorre concretezza. E soprattutto tempi certi. Non si provino a scaricare le responsabilità sui Sindaci, sui Comuni che non rilasciano le autorizzazioni. Ci sono soggetti pubblici nazionali che hanno rallentato e stanno ancora rallentando il Piano.”

Bussone ha anche espresso la sua perplessità in merito alla nuova mappa grafica interattiva del Piano BUL presentata dal MiSE e da Infratel, che mostra secondo UNCEM un numero esiguo di Comuni che hanno raggiunto la fase di collaudo, a fronte invece di numerose aree in fase di progettazione definitiva o esecutiva.

Secondo UNCEM, ancora una volta, è necessario efficientare gli sforzi per la copertura degli enti montani, completando interamente le valli alpine e appenniniche, dal fondo fino in cima, per evitare inutili rallentamenti causati dall’apertura in contemporanea di diversi cantieri in comuni di bassa e media valle e solo in seguito nell’alta valle.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button