ASSTEL smentisce: nessun fondamento per il nesso tra il 5G e la pandemia del nuovo Coronavirus


Sta facendo discutere in queste ore il tweet di Gunter Pauli, Consigliere  Economico del Governo Conte, che ha voluto lanciare l’ipotesi di un possibile nesso tra l’epidemia di Coronavirus e lo sviluppo delle reti 5G. L’Asstel ha immediatamente risposto in difesa della nuova tecnologia.

Nel suo tweet in lingua inglese, Gunter Pauli afferma:

“La scienza deve dimostrare e spiegare le relazioni di causa-effetto. Tuttavia, per prima cosa la scienza osserva correlazioni: fenomeni che risultano apparentemente associati. Applichiamo la logica della scienza: qual è stata la prima città nel mondo coperta dal 5G? Wuhan! Quale la prima regione 5G europea? Il Nord Italia”.

Nel tweet viene dunque lanciata un’ipotesi su una possibile correlazione tra i due fenomeni, che ha immediatamente provocato la replica di Asstel, l’associazione degli operatori di telecomunicazione.

Secondo Asstel, il nesso lanciato da Gunter Pauli risulta privo di fondamento e la tesi riportata sarebbe “fantascientifica”.

L’associazione ricorda infatti che tutte le tecnologie delle telecomunicazioni sono sempre valutate dalla comunità scientifica internazionale, che non ha mai riscontrato un nesso tanto grave.

L’espressione, considerata quindi “palesemente infondata”, giunge in un momento in cui, come ricorda l’associazione, gli operatori di telecomunicazioni sono particolarmente impegnati nel garantire il proseguimento delle attività essenziali del Paese. In questa cornice, l’Asstel auspica che il lavoro dell’intera filiera possa proseguire senza turbative infondate.

Di seguito il commento integrale di Asstel:

“Abbiamo letto con enorme stupore l’affermazione formulata da Gunter Pauli di un nesso tra la realizzazione delle reti 5G in Cina e il propagarsi della pandemia. Non possiamo non esprimere grande rammarico e dissenso per una tesi fantascientifica priva di alcun fondamento. Tutte le tecnologie delle telecomunicazioni, incluso il 5G, sono soggette a scrupoloso scrutinio da parte della comunità scientifica internazionale a tutela della salute delle persone e in nessun caso è stato neanche in ipotesi azzardato un nesso così grave con la pandemia.

In questa fase di acuta criticità sanitaria e sociale per il Paese, le reti di telecomunicazioni e tutte le persone che vi lavorano stanno esprimendo il massimo sforzo possibile per venire incontro alle necessità di comunicazione per il lavoro, le istituzioni e le famiglie. Auspichiamo  che questo lavoro possa essere proseguito senza la turbativa di espressioni così palesemente infondate”.

Non è ancora giunta nessuna risposta ufficiale da parte di Gunter Pauli, il nuovo Consigliere Economico di Giuseppe Conte e teorizzatore del modello della blue economy.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.