TlcTim

Nuova collaborazione tra Tim e le Associazione dei Consumatori: nuovo canale per gestire i reclami

Tim e le Associazione dei Consumatori hanno siglato a Roma un accordo di collaborazione volto a consolidare ulteriormente il rapporto di fiducia tra gli enti coinvolti, e a confermare l’impegno dell’operatore nei confronti dei propri clienti, per quanto riguarda trasparenza, chiarezza e completezza delle informazioni condivise sui servizi offerti e su tutte le novità commerciali e gli sviluppi di mercato futuri.

La notizia è stata diffusa nella giornata di ieri, Lunedì 17 Febbraio 2020, per mezzo di un comunicato ufficiale redatto e diramato dall’ufficio stampa dello stesso operatore telefonico.

TIM sindacati lavoro

Un punto saliente del protocollo firmato dall’attuale Amministratore Delegato di Tim, Luigi Gubitosi, e dai rappresentanti di Adiconsum, Adoc, Cittadinanzattiva APS, Codacons, Federconsumatori e Udicon, consiste nella nascita di un nuovo canale destinato a gestire i reclami presentati dai clienti mediante le diverse Associazioni che vi prendono parte.

Grazie all’implementazione di un sistema automatizzato, quest’ultimo permetterà a tali Associazioni di indirizzare all’azienda le segnalazioni ricevute, cosi da velocizzarne considerevolmente i tempi di risoluzione.

L’accordo prevede la realizzazione di appositi tavoli di confronto trimestrali dove Tim e le Associazioni, al fine di garantire una maggiore trasparenza delle informazioni destinate ai clienti, dovranno confrontarsi sulla realizzazione delle attività dell’azienda e intervenire nell’analisi dei reclami e delle conciliazioni. Inoltre, qualora fosse necessario, è prevista anche l’istituzione di gruppi di lavoro ad-hoc dedicate a specifiche tematiche.

In più, il continuo confronto tra l’operatore e le Associazione dei Consumatori dovrebbe rivelarsi parecchio utile per Tim: particolari strumenti di monitoraggio condivisi permetteranno infatti  all’azienda di intendere più adeguatamente le principali necessità dei consumatori.

Inoltre, al momento della partenza di nuovi servizi commerciali, Tim si impegna a riferire alle Associazioni dei Consumatori il proprio programma delle attività di comunicazione previste, cosi da assicurare maggiore trasparenza e capillarità informativa, attraverso le diverse modalità disponibili come web, messaggi in fattura ed SMS.

Un’importante punto nevralgico della collaborazione tra il colosso telefonico e le Associazioni dei Consumatori ha a che fare con la condivisione di azioni e soluzione finalizzate a contrastare il fenomeno del telemarketing selvaggio e l’uso di dati personali degli utenti da parte di soggetti terzi. Una problematica che danneggia i clienti e nuoce a tutto il settore, che stando a quanto riportato, Tim vuole combattere rafforzando ulteriormente le misure già adottate e lavorando in sinergia con le Associazioni dei Consumatori.

Nel comunicato si legge di come il raggiungimento dell’intesa odierna si inserisca perfettamente all’interno di un quadro in cui l’operatore telefonico ex monopolista, mediante il proprio progetto “Operazione Risorgimento Digitale”, vuole incentivare la diffusione delle competenze digitali tra cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni.

Si specifica infine, che il protocollo di collaborazione oggetto di tale approfondimento, oltre che essere aperto anche ad altre altre Associazioni di Consumatori, è caratterizzato da una durata di un anno ed è sottoponibile a ulteriore rinnovo in seguito ad una dettagliata analisi dei risultati conseguiti.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Articoli Correlati

Back to top button
Close