Stop 5G: l’ordinanza del sindaco di Asolo contro un’antenna di Iliad


Nella giornata di oggi, dopo la sentenza del CdS che ha respinto il ricorso contro il Comune di Udine, è stata pubblicata un’ordinanza sindacale del Comune di Asolo per la sospensione della sperimentazione o diffusione del 5G sul territorio comunale con diretto riferimento a un’antenna di Iliad.

L’ordinanza sindacale è stata motivata dalla necessità di sospendere le sperimentazioni o diffusioni del 5G in attesa della nuova classificazione della cancerogenesi, applicando così il principio di precauzione.

Il Sindaco di Asolo (provincia di Treviso) ha ordinato la sospensione immediata con riferimento a una pratica pervenuta tramite SUAP con cui l’azienda Iliad Italia intendeva installare una nuova stazione radio base su infrastruttura esistente in Via Fermi 14.

Iliad è stata così diffidata ad eseguire l’installazione del nuovo impianto “fino ad intervenuta emissione del parere sanitario sulla sicurezza delle esposizioni elettromagnetiche da parte dell’Istituto Superiore della Sanità e dell’INAIL”.

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Iliad onde elettromagnetiche

Nell’ordinanza sindacale il Comune evidenzia che spetta al Sindaco la responsabilità penale, civile e amministrativa per tutte le conseguenze di ordine sanitario di breve, medio o lungo periodo per la popolazione residente nel territorio comunale.

Nella sua veste di ufficiale del Governo e massima autorità sanitaria locale, il Sindaco ha dunque deciso di applicare il principio di precauzione con lo scopo di “fronteggiare la minaccia di danni gravi e irreversibili per i cittadini, di adottare le migliori tecnologie disponibili e di assumere ogni misura e cautela volte a ridurre significativamente e, ove possibile, eliminare l’inquinamento elettromagnetico e le emissioni prodotte ed i rischi per la salute della popolazione”.

Vengono infatti citati alcuni documenti, come quello del Comitato Scientifico sui rischi sanitari, ambientali ed emergenti, per evidenziare come il 5G lascerebbe ancora alcuni dubbi sulla sua completa assenza di conseguenze. Nello specifico, però, non si fa riferimento ai dettagli sulla stazione radio base in cui Iliad aveva intenzione di installare il suo impianto.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.