Call Center: 4 mesi di CIGS per i lavoratori Almaviva di Palermo


Alla presenza del nuovo Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, i sindacati si sono incontrati con alcuni rappresentanti di Almaviva Contact per discutere della situazione aziendale e occupazionale a Palermo.

Nel corso della riunione, Almaviva ha esposto le problematiche del mercato in cui opera, caratterizzato al momento da una seria contrazione dei volumi.

Gli accordi precedenti, in primis l’Accordo Quadro del 20 Luglio 2018, non sarebbero stati in grado di stabilizzare i volumi di attività, complice l’amministrazione straordinaria di Alitalia, che ha portato al congelamento di un pagamento di circa 7,2 milioni di euro.

Anche per questo ragione, l’azienda ha ricordato di essere stata costretta a ricorrere al fondo di integrazione salariale a partire dal 1° Luglio 2019, con sospensione dell’attività lavorativa fino al 60%. L’assegno ordinario scadrà il 30 Novembre 2019 e in assenza di solide soluzioni strutturali, Almaviva ha evidenziato la necessità di individuare un percorso condiviso volto a raggiungere condizioni di stabilità e sostenibilità economica.

   

Almaviva Palermo

Dopo aver ascoltato la posizione di Almaviva, i rappresentanti del Governo hanno assicurato l’apertura di un tavolo di confronto che coinvolga l’intero settore dei call center, per lavorare sull’individuazione di soluzioni strutturali contro le problematiche attuali.

Al termine della riunione, le parti hanno deciso di condividere un nuovo percorso per tentare di superare le principali criticità limitando gli effetti collaterali per il perimetro occupazionale. In primo luogo, l’azienda eseguirà con i principali committenti del sito di Palermo (Wind Tre, TIM e Alitalia) un’azione di verifica per la determinazione dei modelli di servizio e dei corretti parametri volti a stabilizzare il perimetro occupazionale.

Per fare ciò, Almaviva si confronterà con i suoi principali committenti entro il mese di Dicembre 2019 e tenterà di discutere sulla criticità finanziaria rappresentata da Alitalia.

Nel frattempo, Almaviva attiverà la Cassa Integrazione Straordinaria dal 1° Dicembre 2019 al 31 Marzo 2020, entro un limite massimo del 35% di riduzione oraria a consuntivo mensile. Comunque, le parti si sono impegnate a sottoscrivere un accordo in sede Ministeriale nei tempi previsti per l’attuazione dello stesso.

La questione Almaviva a Palermo verrà monitorata ancora con incontri periodici al MiSE e al MLPS, per giudicare l’andamento delle azioni condivise dalle parti.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.