Reti e Frequenze

Reti: dopo Iliad, Cellnex acquisisce le antenne dell’irlandese Cignal per 210 milioni di euro

Cellnex ha ufficializzato l’acquisizione di Cignal, una società delle torri irlandese, con circa 550 siti attivi. L’investimento sostenuto dall’azienda spagnola sarà pari a circa 210 milioni di euro.

Dopo Iliad, dunque, Cellnex continua a espandere la sua presenza in Europa, fuori dai confini iberici. Con l’acquisizione di Cignal, infatti, Cellnex entrerà nel suo settimo mercato, l’Irlanda, che dispone (secondo quanto riportato da Cellnex stessa) di circa 4500 siti, di cui il 60% risulta controllato dagli operatori mobili e il 40% da diverse Tower Companies, come Cignal.

Di seguito, il commento del CEO di Cellnex, Tobias Martinez, sull’accordo con Cignal:

“Con Cignal, non stiamo solo integrando l’operatore indipendente di infrastrutture in Irlanda con un team professionale ed esperto; stiamo anche dedicandoci a una consistente crescita in Europa, incorporando un settimo mercato, che naturalmente estenderà la copertura geografica attuale in cui operiamo, e in cui lavoreremo con clienti ai quali offriamo già servizi in altri Paesi rafforzando la nostra collaborazione di lungo termine”.

I contratti di Cignal con i suoi clienti hanno una durata media di 20 anni ed entro il 2026 l’azienda svilupperà 600 nuovi siti, portando l’EBITDA del Gruppo Cellnex a crescere di circa 20 milioni di euro.

L’acquisizione e gli investimenti futuri saranno finanziati con il flusso di cassa di Cellnex. In basso, la nuova mappa delle torri di Cellnex, che considera anche l’acquisizione appena annunciata.

Cellnex Cignal

L’espansione di Cellnex continua dunque in Europa, portando l’azienda a raggiungere i 46.000 siti. Rilevante per il portafoglio di torri del Gruppo è stato l’accordo con Iliad Group, che ha permesso a Cellnex di acquisire circa 5700 siti in Francia, 2200 in Italia e 2800 in Svizzera, per un totale di 10.700 torri.

Anche in questo caso, Cellnex punterà al rollout di nuovi siti tra il 2020 e il 2027, per creare 2500 nuove torri in Francia, 1000 in Italia e 500 in Svizzera, anche a vantaggio di Iliad in Italia, che potrà così potenziare la sua rete proprietaria.

Nel complesso, in questi nove mesi del 2019 Cellnex ha incrementato le sue torri di circa 16.000 unità, preparandosi ad intercettare i mutamenti del contesto internazionale che si concretizzeranno con l’avvento del 5G. In tal senso, la Tower Company spagnola si è sempre detta aperta a nuove opportunità per fornire i suoi servizi agli operatori europei. In Italia, il secondo mercato di riferimento, non è escluso che l’azienda possa intervenire in futuro con altre operazioni d’acquisizione.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button