Open Fiber avvia la commercializzazione della fibra a La Spezia: sono 11.000 le unità cablate


Open Fiber ha oggi avviato a La Spezia la commercializzazione della sua rete in fibra ottica fino a 1 Gigabit al secondo, con i partner Vodafone, Wind Tre, Tiscali e Withu pronti a erogare il servizio alla popolazione.

Open Fiber ha infatti reso noto di aver ultimato il cablaggio delle prime 11.000 unità immobiliari della città ligure, principalmente nei quartieri Migliarina e Canaletto. Il prossimo passo sarà collegare le altre 36.000 unità immobiliari previste nel piano di sviluppo di Open Fiber, che sta utilizzando circa 21.000 chilometri di fibra ottica in tecnologia FTTH grazie a un investimento complessivo pari a oltre 13 milioni di euro.

L’azienda, guidata dall’Amministratore Delegato Elisabetta Ripa, trova posto nel mercato italiano come operatore wholesale only, che vende all’ingresso agli operatori interessati. In questo caso, sono Vodafone, Wind Tre, Tiscali e Withu le aziende partner che per prime stanno iniziando a commercializzare i loro servizi sulla rete in fibra di Open Fiber. Secondo quanto dichiarato nel comunicato ufficiale, però, nei prossimi mesi anche altri operatori cominceranno a erogare tali servizi.

La Spezia Open Fiber

   

La Spezia apparteneva a una lista di circa 60 città aggiunte al piano di Open Fiber negli scorsi mesi, per incrementare la competitività del Sistema Paese e accompagnare lo sviluppo digitale delle aziende. Alla medesima lista apparteneva anche Roma, in cui da due settimane è stata aperta la commercializzazione dei servizi in tecnologia FTTH, principalmente nella zona Sud.

Nella Capitale, sono già disponibili per l’attivazione le prime 15.000 abitazioni del quartiere Torrino, mentre presto sarà possibile procedere all’attivazione in ulteriori 10.000 unità immobiliari nel quartiere di Cinecittà. Anche a Roma, i partner di Open Fiber sono Vodafone, Wind Tre, Tiscali e Withu; in questo caso, il piano di cablaggio complessivo di Open Fiber prevede di coprire circa 1,2 milioni di unità in 5 anni, con un investimento complessivo di 375 milioni di euro.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.