Il phishing può coinvolgere anche i punti vendita degli operatori telefonici?


L’ormai dilagante fenomeno dei tentativi di phishing non sembra avere limiti e oltre a colpire gli utenti della rete meno attenti, potrebbe minacciare anche i commercianti dei gestori telefonici nazionali.

A segnalare il fatto sono alcune testimonianze, raccolte dalla redazione di MondoMobileWeb, secondo le quali si starebbe assistendo in alcuni casi ad una particolare tipologia di phishing operata da persone esterne alla reale rete di vendita dei relativi operatori.

Nello specifico, da un pò di tempo in alcuni negozi monomarca e/o multimarca si starebbero infatti presentando sedicenti tecnici, che fingendosi personale qualificato inviato dallo stesso operatore, manifestano la necessità di effettuare delle operazioni sui personal computer del punto vendita (in genere la scusa usata più di frequente riguarda eventuali installazioni e/o aggiornamenti necessari per il buon proseguimento delle operazioni di vendita).

Si tratta in realtà di vere e proprie azioni illecite finalizzate a fare phishing, una peculiare metodologia di frode informatica che attraverso l’inganno mira all’ottenimento di importanti informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, utili poi per scopi tutt’altro che benevoli.

   

Le testimonianze sembrerebbero focalizzarsi, per adesso, maggiormente su un noto operatore di telefonia mobile nazionale, ma il fenomeno potrebbe rischiare di coinvolgere anche altri gestori telefonici operanti sul territorio italiano.

Il rischio maggiore riguarda sopratutto la privacy dei clienti degli operatori eventualmente coinvolti, i cui dati personali e riservati presenti nei sistemi potrebbero finire nelle mani dei malintenzionati che a quel punto potrebbero sfruttarli per svariate finalità poco lecite.

La tematica del “phishing“, molto cara a MondoMobileWeb e nota tutti anche con il nome di “pesca a strascico”, per molti aspetti può essere considerata come facente parte della categoria dello SCAM.

Per chi non conoscesse la sua natura, lo SCAM consiste generalmente nel praticare un tentativo di frode online pianificata che, attraverso i mezzi di comunicazione istantanea più utilizzati come SMS, email e app di messaggistica istantanea tipo WhatsApp e Telegram, si propaga molto velocemente tra gli utenti.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.