Rilevato nuovo tentativo di phishing mediante SMS e email, a nome di un corriere


Ultimamente sono aumentate le segnalazioni nel web, di utenti che lamentano la ricezione di presunti messaggi provenienti da Bartolini (adesso BRT), il noto corriere espresso rosso, operante sul territorio nazionale ormai da tempo. Si tratta, come spesso capita, di comunicazioni portatrici di phishing

Il phishing, definito anche pesca a strascico, è una particolare frontiera delle truffe informatiche mediante la quale si ingannano gli utenti della reteconvincendoli a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile.

Il tentativo di truffa online viene operato a nome di Bartolini (adesso BRT) e consiste nell’invio da parte dei malintenzionati, di false email o SMS, che invitano i destinatari a procedere con la compilazione di un breve sondaggio di marketing di 30 secondi, riguardante la qualità del servizio offerto dalla stessa ditta di spedizioni, facendo leva sull’ipotetica opportunità di beneficiare di un’offerta particolare, e inducendo cosi il malcapitato ad abboccare al tentativo di phishing.

Nulla di tutto ciò è ovviamente reale, il testo contenuto all’interno della comunicazione infatti, riporta un pericoloso e camuffato link che, una volta cliccato, indirizza l’internauta su un sito copia, apparentemente molto simile a quello ufficiale del noto corriere espresso.

   

Si evidenzia il fatto che Bartolini (adesso BRT) non ha nulla a che fare con questo genere di iniziative, che costituiscono soltanto l’ennesima trovata dei cybercriminali per ingannare gli utenti della rete meno pratici o meno attenti.

A far circolare la notizia è stata l’ormai celebre e utilissima pagina Facebook della polizia postale Una vita da social, che ha invitato gli utenti a non cliccare sul link proposto, a non partecipare quindi al conseguente sondaggio,  a non fornire alcun dato personale o relativo alla propria carta di credito o conto bancario e a effettuare la scansione del dispositivo con un antivirus aggiornato.

Anche Bartolini (adesso BRT) dal canto suo, appresa la notizia ha immediatamente provveduto a inserire sulla homepage ufficiale del proprio portale web, un annuncio con il quale informa gli utenti del tentativo di truffa attualmente in atto. Ecco le parole riportate all’interno dell’avviso:

Informiamo che è in corso una truffa via SMS e E-MAIL che utilizzando il nome BRT propone di cliccare su link fasulli: tali messaggi non sono inviati dalla nostra azienda e stiamo valutando le opportune azioni legali“.

MondoMobileWeb, in linea con quanto raccomandato dal sito della polizia postale www.commissariatodips.it, invita i propri lettori a porre più attenzione, a diffidare dalle richieste di dubbia provenienza, a non effettuare collegamenti a strani siti e a non comunicare mai informazioni personali come username, password, codici, PIN ecc.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.