Fondazione TIM premia i migliori progetti per il sociale donando 200 mila euro


Oggi, 23 Luglio 2019, si è conclusa l’edizione 2019 dell’iniziativa di Fondazione TIM denominata TIMPEOPLE for Good con la premiazione dei migliori due progetti sociali, ai quali è stato devoluto un importo di 100 mila euro ciascuno.

Lo afferma TIM in un comunicato stampa diramato in data odierna, 23 Luglio 2019, affermando che i progetti vincitori sono stati BOT-TOM e IOTAIUTO.

BOT-TOM è il vincitore dell’edizione 2019 di TIMPEOPLE for Good, l’iniziativa istituita allo scopo di portare avanti i progetti sociali proposti dalle persone del Gruppo TIM che, per il 2019, ha avuto come tema fondante il Social Empowerment – progetti a supporto delle persone con disabilità, del dialogo intergenerazionale e del family care – e Istruzione. Il premio del valore di 100 mila euro, è stato consegnato a Roma dal Presidente TIM Fulvio Conti.

Il progetto vincitore, nato da un’idea dell’Associazione FIGHTTHESTROKE, mira ad agevolare la comunicazione tra le famiglie di bambini con paralisi cerebrale e il personale medico del Centro Stroke dell’Ospedale Gaslini di Genova tramite un sistema di intelligenza artificiale che permette di ridurre i tempi di risposta in caso di prima visita, di anticipare quelli della diagnosi e di migliorare l’interazione con il paziente.

Fulvio Conti TIM

   

Nel corso dell’anno, sono stati presentati complessivamente 50 progetti, di cui 37 in ambito Social Empowerment e 13 in ambito Istruzione, e tra questi sono stati poi nominati i 10 finalisti, sulla base dei voti espressi da 7.500 risorse di TIM sulla piattaforma di comunicazione interna aziendale.

Tra i 10 finalisti, il CdA della Fondazione ha premiato il progetto BOT-TOM, a seguito della valutazione effettuata dal suo Comitato Scientifico, composto da esponenti come Gilberto Corbellini, professore di bioetica presso l’Università La Sapienza di Roma; Luca Enriques, Professor of Corporate Law presso la University of Oxford; Fiorella Kostoris, Docente di Economia Pubblica presso la Luiss di Roma e Francesca Pasinelli, Direttore Generale della Fondazione Telethon.

Da quest’anno, inoltre, è stato nominato anche un secondo vincitore a cui va il premio Giuria di Qualità, una giuria alternativa composta dal comitato scientifico di Fondazione TIM e da Luca Chittaro, Professore ordinario presso l’Università di Udine; Pierangelo Soldavini, Vicecaporedattore di Nòva24; Elisabetta Romano, Chief Technology and Innovation Officer di TIM ed Ettore Spigno, Chief Executive Officer di Olivetti.

Il Premio della Giuria di Qualità è andata al progetto IOTAIUTO, la cui idea, nata dalla Cooperativa Sociale Galileo Arl Onlus di Verona, prevede una piattaforma IoT dedicate alle persone con disabilità per scegliere e utilizzare, nelle proprie abitazioni, le tecnologie domotiche più opportune allo scopo di gestire attività quotidiane e lavoro con strumenti adeguati alle loro necessità. Anche a questo progetto è stato assegnato un finanziamento del valore di 100 mila euro.

Infine, TIM ha deciso di dare a tutti i progetti finalisti, non destinatari di un premio, la possibilità di essere ospitati su DonaconTIM, la piattaforma digitale TIM a servizio delle iniziative solidali per sostenere raccolte fondi e progetti sociali.

I progetti sociali finalisti, oltre ai due premiati, sono stati: Devo Dirti Una Cosa, Autismo in ReTe, Entriamo in Contatto, Diabet1-online, A Dynamo Camp La Famiglia è al Centro, Famiglia di Cuore e Psicologia Digitale, Train Your Mind, Un Diamante per le Mixed Ability, VAI Vita Autonoma e Indipendente, Servizio Ibrido di Emergenza per le persone Sorde e PGS Inclusive. Per maggiori informazioni sui suddetti progetti sociali, è possibile leggere l’intero comunicato stampa di TIM recandosi sul sito ufficiale dell’operatore.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.