La rete pullula di falsi concorsi: Tiscali avvisa di possibili tentativi di SCAM a proprio nome


Di recente, visti i reiterati tentativi di frode online che in modo indiretto interessano l’operatore di rete virtuale Tiscali, quest’ultimo attraverso un apposito post pubblicato sulla propria pagina social ufficiale Facebook, ha voluto richiamare l’attenzione della clientela.

In sostanza dunque, l’intento di Tiscali è stato quello di informare dell’operatività di pericolose pagine web o popup ad hoc, che promuovono falsi concorsi online che, in realtà, non sono altro che tentativi di frode ideati da cybercriminali, che hanno lo scopo di ingannare gli internauti spingendoli a fornire delicate informazioni.

Nel dettaglio, l’intervento di Tiscali sul social network blu, riporta il seguente messaggio: “Comunicazione per i nostri clienti: ATTENZIONE alle truffe via web! Tiscali tiene a precisare che non sono in corso manifestazioni a premi o iniziative che prevedono l’assegnazione di smartphone o altri dispositivi“.

Il testo contenuto all’interno del post riporta anche l’invito a cliccare su un apposito link di assistenza ufficiale Tiscali, indirizzante in una pagina dove vengono riportate ulteriori informazioni sul tema e smistati consigli su come comportarsi.

   

Nello specifico, il lettore viene informato della possibilità di incorrere in una truffa attraverso la quale, mediante un messaggio con grafica Tiscali, viene comunicato all’utente che il proprio IP è stato scelto per ricevere il premio messo a disposizione, che molto spesso è un fantomatico smartphone, tablet o un dispositivo wearable.

Per partecipare “basta” eseguire un questionario piuttosto breve ed il gioco è fatto. Gli utenti meno attenti purtroppo ci cascano ancora, e comunicano in modo piuttosto semplice i propri dati sensibili come numero di cellulare, carta di credito ecc, per ritrovarsi infine abbonati ad un servizio a pagamento online mai richiesto ne tantomeno desiderato.

Le metodologie con il quale viene presentato il tentativo di truffa sono tantissime, una di queste prevede ad esempio, che dopo la tradizionale compilazione del questionario, si venga informati della necessità di pagare 1 euro (tramite carta di credito) per adempiere al costo di attivazione.

Ovviamente però è tutto falso, infatti se si è “fortunati” ci si ritrova con un abbonamento attivato senza volerlo, al contrario invece nei casi più critici potrebbe essere necessario il blocco della carta di credito per evitare spiacevoli inconvenienti.

Si tratta “phishing“,  particolare frontiera delle frodi informatiche che ricade nell’ambito dello SCAM, ovvero un tentativo di truffa online pianificata che, attraverso i mezzi di comunicazione istantanea più utilizzati come SMS, email e app di messaggistica istantanea tipo WhatsApp e Telegram, si propaga in modo celere tra gli utenti aumentando le probabilità di riuscita.

Il “phishing“ è conosciuto anche con il nome di “pesca a strascico” e consiste nell’ingannare gli utenti della reteconvincendoli a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile.

Probabilmente la decisione, dell’operatore, di intervenire in modo ufficiale e diretto su Facebook, è frutto di diverse segnalazioni di utenti che negli ultimi tempi si sono scontrati con questo fenomeno. Si precisa infatti che Tiscali non ha niente a che fare con questo genere di iniziative che, rappresenta soltanto l’ennesima trovata dei cybercriminali per fregare gli utenti della rete meno attenti.

Tiscali, cosi come la redazione di MondoMobileWeb, invita tutti i mal capitati che si dovessero trovare coinvolti, a non inserire i propri dati e a chiudere immediatamente la pagina. E’ anche possibile segnalare all’operatore eventuali episodi di ricezione di strane email ingannevoli a nome a suo nome, compilando un apposito form disponibile sul sito ufficiale. 

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.