Vodafone informa oggi ufficialmente della modifica delle condizioni contrattuali dal 15 luglio 2019


Vodafone Italia ufficializza nel proprio sito ufficiale la comunicazione di modifica unilaterale delle condizioni contrattuali per i clienti privati ricaricabile dal 15 luglio 2019.

Come previsto da MondoMobileWeb la comunicazione è stata pubblicata oggi 19 Maggio 2019.

A partire dal 15 Luglio 2019, se il credito residuo sulla propria SIM Vodafone si esaurisce, si potrà continuare a usare la propria SIM per chiamare i numeri fissi e mobili nazionali e navigare senza limiti in Italia e nei Paesi dell’Unione Europea nel rispetto delle condizioni di uso corretto e lecito al costo di 0,99 euro per 24 ore, per un massimo di 48 ore consecutive dall’esaurimento del proprio credito.

Se il cliente possiede un’offerta Junior, un’offerta agevolata secondo alcune delibere, o se ha attivato l’addebito della propria offerta su carta di credito, conto corrente o direttamente nella fattura della propria rete fissa, non è previsto alcun costo. Se il cliente non dovesse ricaricare entro tale periodo, la SIM rimarrà attiva per la sola ricezione di chiamate o SMS. Per tornare ad utilizzare la propria offerta, si dovrà ricaricare.

Rimodulazione Vodafone

   

Inoltre, a partire dal 15 luglio 2019 l’importo mensile di alcune offerte Vodafone aumenterà di 1 euro e 98 centesimi di euro. I clienti interessati potranno aggiungere gratuitamente alla propria offerta 20 Giga al mese per un anno, attivabili a partire dal 15 Luglio  per 2019 un mese, chiamando il 42590.

Secondo il racconto di alcuni consulenti del Customer Care, per ora, le offerte tariffarie coinvolte sono alcune Vodafone Special Minuti 50GB e Special 1000 4GB (ndr attenzione non sono tutte, quindi è necessario chiamare l’IVR 42593 dalla propria sim Vodafone per verificare). Non è escluso che, in futuro, siano coinvolte altre offerte.

Tutti i clienti Vodafone coinvolti riceveranno una comunicazione via SMS e potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza penali fino al giorno prima della variazione contrattuale, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali”.

Vodafone giustifica questa rimodulazione con la seguente motivazione: “per continuare a investire sulla rete e per offrire sempre la massima qualità dei nostri servizi”.

I clienti che hanno un’offerta che include telefono, tablet, “Mobile Wi-Fi”, o prevede un contributo di attivazione a rate, potranno continuare a pagare, a seconda dell’offerta, le eventuali rate residue addebitate con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento prescelto. Il diritto di recesso potrà essere esercitato gratuitamente, eventualmente mantenendo attiva un’offerta che include un telefono e continuando a pagare le rate residue con la stessa cadenza e metodo di pagamento su: variazioni.vodafone.it o inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno a: Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10.0.15 Ivrea, Torino, o via PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it, chiamando il Servizio Clienti Vodafone al 190 o compilando l’apposito modulo nei negozi Vodafone, esplicitando la causale sopraindicata.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.