Risultati Inwit: l’accordo di condivisione della rete tra TIM e Vodafone è fondamentale per il 5G


Inwit ha presentato i suoi risultati finanziari al 31 Marzo 2019, mostrando ricavi e utili in crescita. Nel corso della conferenza di presentazione, si è discusso a lungo sullaccordo di rete con Vodafone e sul futuro del mercato delle torri in Italia, in vista dell’arrivo del 5G.

Oggi, Inwit e Vodafone Towers hanno a disposizione, sul territorio italiano, circa 11.000 torri ciascuno. L’entità combinata, la Newco che sorgerebbe dall’accordo tra TIM e Vodafone, permetterebbe una diffusione del 5G molto più rapida e una serie di sinergie di grande rilevanza commerciale e finanziaria.

Secondo il board di Inwit, l’impatto di una potenziale combinazione con Vodafone Towers permetterebbe di migliorare sensibilmente il ritorno dell’investimento, diminuendo i costi e ottimizzando il leverage, vale a dire il rapporto di indebitamento.

Con il Memorandum d’intesa firmato nel Febbraio 2019 e un’analisi combinata dei business già in corso, anche Inwit si attende che si possa firmare un accordo nell’estate, per poi giungere all’approvazione da parte delle Autorità competenti.

   

La rivoluzione del 5G costituirà una grande opportunità per Inwit, poiché porterà con sé un vistoso incremento del consumo di traffico dati e un’evoluzione dell’architettura della rete che necessiterà di maggiori investimenti. Le nuove condizioni favorevoli, inscindibili dall’incertezza sulla monetizzazione e sul grado di profittabilità, spingeranno probabilmente tutti gli operatori a una maggiore condivisione degli assets.

Nella conferenza di presentazione, Inwit mostra dunque l’attuale mercato delle torri: nel mondo, circa il 54% del mercato è caratterizzato da joint ventures o accordi di rete, mentre gli operatori totalmente indipendenti costituiscono il 13% del totale. Sia negli Stati Uniti che in Europa, il trend di sharing è in grande crescita, per intercettare i nuovi bisogni in termini di copertura 4G, introduzione delle key technologies del 5G, acquisizione di spettro e maggiore densificazione delle small cells.

In Italia, con l’accordo tra TIM e Vodafone, la nuova entità avrà a disposizione circa 22.000 torri, contro le 10.000 di Cellnex e le 8000/10.000 di Wind Tre. In basso, il grafico presentato da Inwit che riassume la situazione del mercato delle torri in Italia, con riferimento anche all’accordo tra TIM e Vodafone.

Inwit accordo

Al 31 Marzo 2019, Inwit ha mostrato ricavi per 94,9 milioni di euro, in crescita del 3,6% rispetto allo stesso periodo del 2018. L’utile netto è di 32,4 milioni di euro, mentre l’EBITDA è di 54,5 milioni di euro, a parità di principi contabili con il 2018, in crescita del 4,2% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Nel periodo esaminato, gli investimenti industriali sono stati pari a circa 7,6 milioni di euro. Come sottolinea il comunicato di presentazione dei risultati, in questo primo trimestre Inwit ha proseguito nella valorizzazione degli asset infrastrutturali, incrementando la presenza media di operatori per sito e continuando a rinegoziare i contratti di affitto e il piano di acquisizione dei terreni.

La modernizzazione dei suoi siti ha inoltre permesso di giungere a quota 630 connessioni tramite backhauling in fibra, mentre in tema di coperture microcellulari multi-operatore, l’azienda ha raggiunto le 2600 remote units.

Giovanni Ferigo, Amministratore Delegato dell’azienda, ha così commentato i risultati e l’accordo di sharing:

“Anche il primo trimestre 2019 si chiude positivamente, in leggera crescita. La società è fortemente impegnata nella realizzazione dell’accordo con TIM e Vodafone. Crediamo fortemente in questa intesa, la cui trattativa sta proseguendo secondo il programma che darà nuovo impulso alla crescita di Inwit grazie alla collaborazione di lungo periodo con due operatori di primo piano. Il nuovo assetto ci permetterà di proseguire e accelerare ulteriormente nel nostro piano di sviluppo e ammodernamento dei siti e nello sviluppo dei nuovi business”.

Per l’anno in corso, Inwit ipotizza un’ulteriore crescita del business tradizionale e un’accelerazione nei nuovi business, grazie all’ingresso di nuovi soggetti e alle necessità di maggiore copertura degli operatori mobili e dei provider di accesso fisso wireless.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.