Telecomunicazioniho.Vodafone

Vodafone: miglioramenti in Italia, l’impatto concorrenziale è ridotto. ho. raggiunge 1 milione di utenti

Vodafone Group ha presentato i risultati finanziari aggiornati al 31 Dicembre 2018, calcolati adottando lo standard IFRS 15. I ricavi di gruppo sono pari a 11 miliardi di euro, in calo di 800 milioni di euro. Ma in Italia la pressione competitiva è in calo.

Il commento di Nick Read, CEO del gruppo, è stato riportato all’interno del comunicato ufficiale di presentazione dei risultati. Secondo Read, Vodafone è riuscita a migliorare le sue performance commerciali, e i risultati raggiunti in Italia e Spagna, due mercati che avevano sofferto particolarmente, sono “incoraggianti”.

La crescita di Vodafone rispetto al periodo precedente sarebbe diffusa su tutti i mercati, tranne  in quello sudafricano, a causa di importanti fattori macroeconomici.

Ancora una volta, il CEO sottolinea l’interesse di Vodafone nel continuare ad accelerare la sua trasformazione digitale e gli investimenti nel futuro della rete. In tal senso, Nick Read ha fatto riferimento al recente accordo con Telefonica nel Regno Unito per il 5G.

Guardando alle performance del Gruppo nel complesso, si nota che i ricavi da servizi sono diminuiti dell’1,3% nel periodo esaminato. Tuttavia, escludendo Spagna e Italia, impattati da una forte competizione, i ricavi da servizi in Europa hanno mostrato una crescita del 2,4%, sebbene nel segmento fisso tale crescita sia stata ben più moderata rispetto al periodo precedente.

Secondo quanto presentato, è stato confermato che nel corso del periodo esaminato l’intensità della concorrenza si è moderata nei mercati precedentemente impattati, così da poter stabilizzare le portabilità in Italia e in Spagna.

Nel fisso, sono stati raggiunti altri 226.000 clienti a banda ultralarga e il 34% del totale degli utenti che sfruttano tale tecnologia dispongono anche di un’offerta convergente.

Nel mobile, invece, sono stati conclusi 184.000 contratti con nuovi clienti e il traffico dati è ancora protagonista di un trend di crescita, con un utilizzo medio di 3,3GB al mese per ogni utente.

Nel segmento business, i ricavi sono diminuiti dello 0,5%, principalmente a causa della contrazione del mobile (-2,2%). Tale performance è causata essenzialmente da Vodacom e dalla maggiore concorrenza nel segmento. Nonostante ciò, il segmento fisso e le connettività IoT sono cresciuti, rispettivamente, del 3,5% e del 27%. Nel complesso, il segmento Business rappresenta il 30% dei ricavi del Gruppo.

Vodafone
Nick Read, CEO di Vodafone Group.

Analizzando ora il mercato italiano, si nota come i ricavi da servizi siano diminuiti del 4,6%, mentre il report del Q2 presentava una contrazione del 6,3%.

Ancora una volta, tale contrazione è il riflesso di una maggiore competizione nel mercato Consumer a causa dell’ingresso di Iliad. I ricavi nel segmento business, invece, sono rimasti stabili grazie a una crescita del fisso.

Il sensibile miglioramento sarebbe stato guidato principalmente da una logica “more for more” sia nel fisso che nel mobile. Con tale termine, in marketing, si intende una proposta volta a trasferire al cliente il concetto di massimo valore a fronte di un prezzo proporzionato alla qualità superiore del servizio.

Analizzando mobile e fisso separatamente, si nota che i ricavi nel segmento mobile sono diminuiti dell’8,4% (mentre nel Q2 la contrazione registrata era del 9,6%). La competizione resta parecchio elevata, ma, come sopra accennato, l’intensità si è ridotta se confrontata al periodo precedente.

E i dati delle portabilità provano quanto dichiarato: nel Dicembre 2018 le portabilità in uscita erano del 50% inferiori rispetto al picco raggiunto nel Q2 e il trend nel corso del periodo esaminato è stato positivo.

Anche questa volta, viene menzionato l’ottimo lavoro svolto da ho., il secondo brand di Vodafone in Italia: adesso l’operatore virtuale ha circa 1 milione di utenti.

Nel complesso, nel mercato mobile, l’ARPU è in contrazione del 3,3%.

ho mobile

Nel fisso, invece, Vodafone Italia registra una crescita dei ricavi dell’11,3%, contro l’8,6% del Q2, grazie a una solida base clienti e a un incremento del prezzo a Ottobre 2018. Il trend positivo è stato mantenuto anche grazie all’incremento della customer base con 78.000 abitazioni coperte in banda ultralarga, contro le 60.000 del periodo precedente. Grazie anche alla partnership strategica con Open Fiber, infatti, il numero complessivo di abitazioni coperte è di circa 6,2 milioni di unità.

Per finire, Vodafone Italia ha visto un incremento dei clienti convergenti di 62.000 unità, portando il totale a quota 896.000 utenti.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button