La rivoluzione d’ottobre del Vodafone Group: Nick Read prende il timone mentre il comitato esecutivo cambia forma


Ottobre è stato un mese di forti cambiamenti per Vodafone Group. “Vodafone sta entrando in un nuovo capitolo della sua storia“, affermava Vittorio Colao contestualmente alle sue dimissioni. Il suo posto è stato preso da Nick Read, ma i mutamenti all’interno del comitato esecutivo non sono finiti qui.

Il 12 Ottobre 2018, Vodafone Group aveva annunciato un secondo addio, quello dell’Human Resources Director Ronald Schellekens, che lascerà definitivamente Vodafone nel Gennaio del 2019.

In dieci anni di attività, Schellekens ha contribuito a costituire un dipartimento di Risorse Umane solido e di alto livello, dichiarava il comunicato stampa ufficiale.

Anche attraverso il suo apporto, era avvenuta la transizione di Vodafone verso un modello di telecomunicazione convergente, con un serio impatto anche per quel che concerne i programmi di inclusione, attraverso iniziative sulla maternità e politiche sull’interruzione della prestazione lavorativa.

   

E’ arrivata negli scorsi giorni la comunicazione ufficiale di Vodafone circa il successore di Schellekens. Leanne Wood prenderà il suo posto come Chief Human Resources Officer a partire dal mese di Aprile 2019, entrando a far parte del comitato esecutivo a diretto contatto con il CEO Nick Read.

Leanne Wood ha lavorato per Diageo Plc per 15 anni, anche in veste di HR Director; ha  inoltre occupato il ruolo di Chief People, Strategy and Corporate Affairs Officer per Burberry Plc dal 2015 ed è esperta di finanza e management.

Il Gruppo ha dato l benvenuto al nuovo membro del Comitato Esecutivo attraverso le parole di Nick Read, che la presenta come una leader molto esperta sia nel segmento consumer che Business.

Parole cariche di ammirazione erano state rivolte anche a Ronald Schellekens da parte del nuovo CEO, che a sua volta le aveva raccolte da un orgoglioso Vittorio Colao.

Riferendosi proprio a Nick Read, Colao aveva confessato di essere molto contento per la scelta, definendo il nuovo CEO una persona eccezionale e incredibilmente resistente.

E l’idea di Colao sembra facilmente condivisibile: Read è il nuovo CEO di Vodafone Group dal mese di Ottobre del 2018, ma è stato in precedenza Chief Financial Officer del gruppo fino al mese di Luglio del 2018.

Anche nel suo caso, la carriera con Vodafone è stata lunga e segnata da numerosi successi. Entrato nel 2001, Nick Read ha ricoperto diversi ruoli di responsabilità, come CFO, CCO, e CEO di Vodafone UK. E’ stato inoltre Regional CEO per Africa, Asia Centrale e Asia Pacifica per 5 anni.

E’ inoltre membro del board e del comitato esecutivo di Vodafone Group. In quest’ultimo, lavora anche al fianco di Margherita Della Valle, a lui succeduta nel ruolo di CFO del Gruppo proprio nel Luglio del 2018. Nel comitato esecutivo anche Aldo Bisio, CEO di Vodafone Italia.

Vittorio Colao (sinistra) Ceo del Gruppo Vodafone. Aldo Bisio (destra), Amministratore Delegato di Vodafone Italia.

Sulle spalle del nuovo CEO ricade oggi un’azienda senza dubbio in fase di mutamento, come affermava Vittorio Colao, ma ben conscia della sua posizione nel mercato. Con oltre 500 milioni di utenti in tutto il mondo, 2700 petabyte di traffico dati sul proprio network nel 2017 e una storia lunga più di 35 anni, le sfide da affrontare per Nick Read metteranno sicuramente alla prova la sua resistenza, alla quale Colao aveva affettuosamente accennato.

E sebbene non sia ancora facile comprendere la sua strategia per il futuro, è possibile che il “co-architect” del Gruppo mantenga il focus sulla convergenza e sugli investimenti per la rete, proseguendo il lavoro che il manager italiano aveva svolto negli ultimi anni.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.