Tech

Xiaomi: i risultati del terzo trimestre premiano la crescita della società

La società Xiaomi ha recentemente annunciato i risultati consolidati non certificati del periodo di tempo relativo al terzo trimestre dell’anno 2018 che si è completato il 30 Settembre 2018.

Il modello di business utilizzato da Xiaomi è detto “Triathlon” e grazie ad esso la società è riuscita a raggiungere dei risultati positivi, grazie alle performance operative che si sono susseguite durante i mesi compresi tra Luglio e Settembre 2018.xiaomi

Xiaomi ha infatti potuto annotare un fatturato totale pari all’incirca al 50,8 miliardi di RMB, che vede su base annua, un aumento totale del 49,1%.

Buoni risultati, sempre relativamente al confronto posto rispetto a quanto ottenuto l’anno precedente, sono stati riscontrati anche in ambito di fatturato internazionale, il quale è stato incrementato del 112,7%, arrivando a raggiungere la somma di circa 22,3 miliardi di RMB. Tale risultato è equivalente al 43,9% del fatturato totale dell’azienda.

Per quanto riguarda gli utili netti relativi al terzo trimestre 2018 sono stati registrati come pari a 2,4 miliardi di RMB, mentre l’utile rettificato è pari a 2,8 miliardi di RMB, il quale vede un aumento rispetto all’anno 2017, del 17,3% e ancora un incremento pari al 36,3% relativamente al trimestre appena precedente. Dunque, i ricavi totali ammontano a 50.846,2 milioni di RMB, con un aumento del 49,1% in confronto all’anno 2017.Xiaomi

E’ stato registrato un aumento del 26,4% rispetto all’anno 2017 relativamente all’utile lordo, la cui somma è pari a 6.578 milioni di RMB, mentre l’utile netto registrato è stato pari a 2.481 milioni di RMB. In seguito a tali risultati, il CEO e presidente di Xiaomi, Sig. Lei Jun, ha affermato:

“Nel terzo trimestre del 2018, abbiamo costruito con successo l’impressionante eredità di Xiaomi, aprendo diverse nuove strade nel nostro viaggio per ottenere importanti innovazioni. Le strategie a cui aderisce Xiaomi, come il rafforzamento delle prestazioni del mercato di fascia alta, l’accelerazione dello sviluppo di nuovi canali di vendita e l’attenzione allo sviluppo e all’applicazione di AI, hanno portato a risultati notevoli durante il periodo di riferimento. Inoltre, le nuove attività ad alto potenziale di Xiaomi, tra cui la monetizzazione dei servizi Internet, ad eccezione degli smartphone in Cina, la globalizzazione dei nostri prodotti IoT e il nostro ingresso nel mercato dei beni di consumo, hanno mostrato promettenti inizi. Grazie a tutti questi risultati, siamo estremamente fiduciosi sul futuro di Xiaomi.”

I risultati positivi del business della società sono dovuti ad una crescita che ha coinvolto tutti i suoi segmenti. Vi è stato, per esempio, un incremento del 36,1% sulla vendita degli smartphone rispetto all’anno 2017. Sono aumentati dell’89,8% anche i ricavi provenienti dal segmento Internet of Things e dai prodotti lifestyle, come anche le vendite di smart tv e laptop. Allo stesso modo sono stati i positivi i riscontri provenienti dal segmento dei servizi internet e dagli introiti pubblicitari, quest’ultimo anche grazie ad un maggiore coinvolgimento dei clienti nei confronti dei servizi internet.

Per la sua crescita Xiaomi ha puntato anche sull’Intelligenza Artificiale e, a partire da Settembre 2018, è stato registrato l’uso dell’Assistente Digitale di Xiaomi da parte di 34 milioni di utenti mensilmente, dato che ha reso tale piattaforma una delle più usate nella Cina continentale.

La società ha puntato anche su una maggiore diffusione attraverso i canali offline e, per questo motivo, ha avuto modo di ampliare la sua rete di punti vendita, sia nelle città che nelle zone rurali della Cina, crescendo da 360 a 1100 negozi in totale.

Xiaomi ha anche iniziato a mettere in pratica una nuova strategia multi-brand così da incanalare in modo migliore tutti i suoi clienti, lanciando Pocophone come nuovo sotto-marchio. Il primo device di tale sotto-brand è stato annunciato per la prima volta in India nell’Agosto 2018 e attualmente il prodotto è disponibile nei mercati internazionali.Xiaomi

Infine, il 19 Novembre 2018, Xiaomi e Meitu hanno firmato una collaborazione secondo la quale Xiaomi potrà usufruire di 30 anni di licenze esclusive per gli smartphone a marchio Meitu e per i relativi prodotti smart, ciò sia allo scopo di accrescere ulteriormente il business degli smartphone, sia per raggiungere un più ampio target femminile, per diversificare la base di clienti.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button