LycaMobile adotta un sistema per informare i suoi clienti di nuove sim intestate a loro


Forse dopo il servizio andato in onda lo scorso 6 Novembre 2018 all’interno della trasmissione Striscia la Notizia di Canale 5, qualche consumatore avrà pensato che LycaMobile ha cercato di correre ai ripari introducendo un nuovo sistema per informare i suoi già clienti dell’eventuale attivazione di nuove SIM ricaricabili LycaMobile, intestate a loro nome.

La trovata dell’operatore virtuale consiste nel fatto che, ogni qual volta che un già cliente decida di attivare una nuova SIM LycaMobile, questo verrà informato dallo stesso operatore, mediante l’invio di un SMS in tutte le altre SIM già attive a lui intestate.

L’operatore virtuale di telefonia mobile che utilizza la rete Vodafone, ha deciso di muoversi in questa direzione per far fronte al delicato problema delle attivazioni di nuove SIM ricaricabili intestate a nome di ignari utenti.

L’SMS informativo contiene il numero seriale della SIM appena attivata e l’invito a contattare immediatamente il servizio clienti, qualora non sia stato il cliente a richiederne l’attivazione.

   

Problematica che che in realtà non è nuova, già parecchie volte questa illecita pratica era stata denunciata, in alcuni casi anche da autorevoli trasmissioni di calibro nazionale tipo Le Iene di Italia 1 e, come detto in precedenza, anche Striscia la Notizia di Canale 5, ha di recente deciso di occuparsi di questo caso.

Dal canto suo però, LycaMobile che ha sempre evidenziato di come si tratti di pratiche svolte da alcuni rivenditori scorretti, negli ultimi mesi ha inserito anche il limite massimo di 4 SIM attivabili per ciascun codice fiscale. Il punto è che molte volte se il cliente LycaMobile decide di cambiare operatore, il limite di 4 SIM rimane anche se le queste non sono più attive.

Dopo l’introduzione di questa prassi da parte dell’operatore, si presume quindi una riduzione del problema, che però ovviamente non riguarda solo LycaMobile.

E’ giusto precisare che il Servizio Clienti LycaMobile sostiene che questa prassi c’era prima del servizio di Striscia La Notizia.

Ecco la risposta:

L’SMS che informa che una nuova SIM Lycamobile é stata registrata usando gli stessi documenti di identitá viene inviato da quasi due anni ai nostri clienti. In qualunque momento un cliente Lycamobile puó richiedere di conoscere I numeri delle SIM registrate con iI propri documenti di identitá e nel caso chiedere il blocco dei numeri che non si riconoscono.

In ogni caso, per stroncare sul nascere qualunque tipo di dubbio a riguardo, MondoMobileWeb consiglia ai clienti di LycaMobile e non solo, la richiesta al proprio operatore della lista delle SIM intestate a proprio nome, effettuabile chiamando il servizio clienti o inviando una mail all’indirizzo presente sul sito ufficiale del proprio gestore.

Si precisa anche che il consumatore ha la possibilità di scaricare, compilare ed inviare il modulo denominato “Esercizio di diritti in materia di protezione dei dati personali”, disponibile all’interno del sito del Garante della Privacy a questo indirizzo, per inviarlo all’operatore.

Nel caso specifico di LycaMobile, come riportato in un approfondimento dedicato, bisogna chiamare il servizio clienti multilingue al numero gratuito 40322 da una SIM LycaMobile o il numero numero 0645212322 da un’altra linea, o ancora, inviare una email a cs@lycamobile.it.

Se qualsiasi operatore non invia l’elenco richiesto, il consumatore può rivolgersi al Garante della Privacy per lamentare una violazione della disciplina in materia di protezione dei dati personali (art. 141, comma 1, lett. a) del Codice Privacy) e di richiedere una verifica dell‘Autorità.

In caso di possesso di numeri telefonici di cui non si era a conoscenza, si deve richiedere il disconoscimento della SIM al Servizio Clienti LycaMobile, e segnalare tutto al Garante della Privacy per la violazione del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196) e per conoscenza, all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazione (AGCOM).

Si ricorda che l’attivazione di SIM ricaricabili in Italia, secondo la Legge Pisanu del 2005, prevede sempre l’obbligatoria identificazione del titolare per mezzo di un documento di identità valido. L’assegnazione di una SIM equivale quindi all’apertura di una linea telefonica, e va disciplinata secondo la legge vigente.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.