iliadTelecomunicazioni

Iliad, aumentano i segnali di una rivoluzione che “sta arrivando” davvero

In circostanze di maggiori necessità per le condizioni di vita sociali, 227 anni fa, in vista di quella che sarebbe divenuta una delle più grandi rivoluzioni civili della storia, venivano stilati i cosiddetti “cahiers de doléances“, i “quaderni delle lamentele” che contenevano le proposte per creare maggiore uguaglianza tra i ceti sociali e realizzati per placare le sempre crescenti pressioni da parte del ceto più povero. Era il mese di maggio 1789 quando essi vennero presentati agli Stati Generali; ciononostante la rivoluzione sarebbe esplosa poco più di due mesi più tardi.

Sebbene l’accostamento appaia abbastanza infondato, è proprio il sostantivo “rivoluzione” che lega la rivoluzione francese del 1789 a quella che Iliad, la società francese, ha intenzione di esportare in Italia (più appropriato sarebbe probabilmente l’affiancamento al processo di esportazione della rivoluzione francese che portò avanti Napoleone anche in Italia).

Il primo tweet di Benedetto Levi come amministratore delegato di Iliad Italia

Così come i quaderni delle lamentele del 1789 furono le premesse per la rivoluzione del Terzo Stato, Iliad sta lanciando ormai chiari segnali dell’imminenza del proprio arrivo. È così che i cahiers appaiono come gli antenati del sentimento di insoddisfazione e sfiducia dei consumatori nei confronti degli operatori telefonici italiani, elemento su cui quasi demagogicamente hanno fatto leva le personalità di spicco del gruppo Iliad e della sua filiale italiana Iliad Italia.

Sebbene i proclami siano gli stessi ormai da mesi (dalle promesse di maggiore trasparenza alle crescenti aspettative di offerte con grandi quantità dei servizi erogati a bassissimo costo), l’atmosfera appare più movimentata che in precedenza. Si susseguono i corsi di formazione per i futuri addetti ai lavori ed emergono i segnali della presenza fisica di Iliad, con gli annunci dell’apertura dei pochissimi punti vendita monomarca che saranno utilizzati. Le uniche segnalazioni al momento disponibili sono relative ai prossimi negozi Iliad nel centro commerciale Roma Est e nel centro commerciale “Porte di Mestre” (VE).

MondoMobileWeb aveva già parlato dell’allestimento tra il 25 Marzo e l’8 Aprile 2018 di corner informativi di Iliad in alcuni centri commerciali Auchan in virtù di un accordo commerciale con la catena di ipermercati francese. È probabile tuttavia che quelle date non si riferissero all’allestimento di corner informativi, bensì alla predisposizione degli spazi vendita fisici di Iliad. È d’altra parte legittimo pensare che questi ultimi diventino presto operativi in virtù del fatto che l’occupazione di uno spazio commerciale inutilizzato rappresenta comunque un costo fisso.

Sul fronte della rete continua la notifica dei piani di stralcio di Iliad per l’installazione di impianti per telefonia cellulare agli enti localI. Sul web è possibile consultare gli albi pretori e prendere atto della diffusione dei piani di stralcio che Iliad sta notificando in particolare a molti comuni della Puglia. Tra i comuni interessati recentemente vi sono Noci (BA), Cellamare (BA), Francavilla Fontana (BR).

Altri segnali, più ambigui, però, sono arrivati dal web, dove la pagina all’indirizzo www.mi.iliad.it mostrava negli scorsi giorni il vecchio logo dell’operatore su sfondo tricolore con al posto della “a” la faccia del mostriciattolo rosso della Spitfire Wheels, un’azienda di ruote che produce anche componenti tecniche e di abbigliamento per la pratica dello skateboarding.

In seguito è comparso anche l’episodio “Batmetal forever” della serie video su Youtube “Batmetal”, elemento che ha insospettito circa la provenienza e l’autore della realizzazione della pagina web stessa. Dopo essere stata svuotata di questi contenuti la pagina web rimanda adesso al sito ufficiale di Iliad Italia. Resta difficile comprendere il senso e la provenienza di tali cambiamenti.

La pagina web che compare all’indirizzo www.mi.iliad.it

Intanto altro aggiornamento riguarda le numerazioni che Iliad utilizzerà per i propri clienti. Dopo l’assegnazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico delle decadi 8 e 9, seguenti il prefisso 351, rispettivamente per i primi due milioni di clienti, Iliad utilizzerà anche le decadi 5, 6 e 7. I primi clienti di Iliad che attiveranno una nuova sim senza effettuare la portabilità (cambiamento del gestore senza cambiare numero di cellulare) utilizzeranno il prefisso 351.

Lo scenario si mostra sempre più movimentato, segnali che potrebbero far pensare ad una sorpresa sempre più vicina, nonostante l’inizio delle attività sia previsto entro l’estate, e quindi, ad essere astronomicamente fiscali, entro il 21 Giugno 2018.

Restare sintonizzati in situazioni come queste è necessario, aggiornare sulle continue evoluzioni per noi di MondoMobileWeb un dovere.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button