Tlciliad

Xavier Niel, fondatore di Iliad, dichiara: “In Italia nella telefonia mobile ci sono molti piccoli costi nascosti”

Xavier Niel, imprenditore francese e fondatore di Iliad, secondo la classifica 2018 di Forbes, è l’ottavo uomo più ricco di Francia , con una fortuna stimata di 7,5 miliardi di euro. Al 186° posto nel Mondo.

Oggi 13 Marzo 2018, durante la presentazione dei risultati finanziari Iliad in Francia, Xavier Niel ha dichiarato che, in Francia, rispetto all’Italia, nei prezzi della telefonia c’è più trasparenza.

Come ha riportato l’agenzia di stampa Il Sole 24 ORE Radiocor, il fondatore di Iliad, ha dichiarato: “Il consumatore italiano paga in media 1,50 euro al mese più della sua controparte francese. La documentazione sui conti di Iliad è ancora più netta nel descrivere il mercato italiano dove c’è una mancanza totale di trasparenza. I prezzi della telefonia mobile in Italia sono piu’ cari di quelli della Francia, anche perchè ci sono molti piccoli costi nascosti, come il costo degli sms. Un pò più di trasparenza non farebbe male

Nel sito istituzionale di Iliad è stato pubblicato il bilancio 2017 dell’azienda francese, con uno spazio dedicato al suo sbarco in Italia. Iliad ha voluto specificare che le infrastrutture e le interconnessioni sono pronte, il piano delle offerte e del marketing è pronto; la diffusione della rete, in regola con gli obblighi di legge, definitivamente pronta; il personale è completo sul campo, forti sinergie con il personale in Francia e il Test di trasmissione (drive test) in corso per monitorare la qualità del servizio.

Maxime Lombardini, Amministratore Delegato di Iliad in Francia: “Siamo vicini al lancio, che avverrà prima dell’estate“. Iliad vuole cercare di cogliere le opportunità del mercato italiano della telefonia mobile.

Nella prima intervista del CEO italiano Benedetto Levi al quotidiano “La Repubblica” di una settimana fa, ha dichiarato: “Riteniamo che ci siano molti margini per proporre tariffe più basse, senza costi nascosti, in modo trasparente. Aspetti su cui gli operatori hanno peccato molto, soprattutto nell’ultimo periodo, con mosse che all’estero sarebbero state impensabili. Mi riferisco anche alla vicenda delle tariffe a 28 giorni. Gli italiani hanno perso fiducia negli operatori. E qui entriamo in campo noi”.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Articoli Correlati

Back to top button
Close