App e Prog

Black Out: l’app per concentrarsi e ridurre la dipendenza dal proprio smartphone

Dal Google Play Store è possibile scaricare un’applicazione che consente di bloccare temporaneamente il proprio smartphone in modo tale da concentrarsi sullo studio, sul proprio lavoro o ridurre la dipendenza dal mondo online: BlackOut

Oggigiorno sprechiamo troppo tempo con lo smartphone, che in realtà potrebbe essere impiegato per altre attività. Molte volte la sola forza di volontà non è sufficiente per cambiare un’abitudine così radicata in noi, ecco che ci viene incontro BlackOut, un’applicazione gratuita che permette di disintossicarsi dai social e dall’uso dello smartphone.

L’app è dedicata a :

  • Persone che cercano di battere la dipendenza da cellulare;
  • Studenti o lavoratori che vogliono fermare le distrazioni;
  • Persone che vogliono restare concentrate e hanno bisogno di una spinta extra;
  • Persone che vogliono ridurre il tempo trascorso sugli schermi;
  • Persone che sentono di essere diventate antisociali a causa delle abitudini con il loro smartphone.

Si possono registrare fino a 3 differenti periodi di tempo fino a 4 oreselezionare i giorni in cui il blocco sarà in funzione e registrare blocchi multipli. Usare l’applicazione è semplicissimo, basterà:

  • Aprire l’app, assicurandosi di accettare tutti i permessi richiesti
  • Selezionare un orario di inizio
  • Selezionare un orario di fine
  • Selezionare il giorno/i della settimana in cui si vuole che l’app sia in funzione(può essere ogni giorno)
  • Avviare il blocco, attivando l’interruttore nella lista.
  • Se si vuole disabilitare il blocco, basterà disattivare l’interruttore se non si vuole che il blocco continui a ripetersi.

Ricordiamo, inoltre, che l’orario per il blocco dovrà essere impostato nel formato 24 ore. Quindi, ad esempio, le 11pm devono essere impostate come 23:00.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button