Snapchat, milioni di utenti contro il nuovo aggiornamento app


Snapchat, famoso servizio di rete sociale per Smartphone e Tablet, dopo gli ottimi risultati dovuti ai dati riguardanti la crescita dell’utenza e con loro anche i ricavi, è entrato nell’occhio del ciclone a causa dell’ultimo aggiornamento.

Il co-fondatore di Snapchat Even Spiegel può vantarsi, se non altro, della sua creazione più celebre, le Stories, utilizzate di recente persino da Google, e di una platea di giovanissimi iscritti, che, come annunciato durante la trimestrale, aumentano a dismisura; con una percentuale del ben 18% in più rispetto ai dati del 2017.

L’ultimo aggiornamento, come scritto da Corriere.it, in data 16 Febbraio 2018, prevede una nuova interfaccia, che mette da una parte i contenuti condivisi dagli amici e dall’altra quelli di brand e influecer, un modo, quindi, per rendere Snapchat differente dagli altri social, distinguersi, ed essere il primo social che “separa il social dal media“. Una mossa che, a quanto pare, non è stata ben accolta dalla grandissima maggioranza degli utenti.

   

Gli utenti affezionati alla precedente versione dell’applicazione, si sono visti spiazzati e, in massa, attraverso una petizione su Change.org, società profit che gestisce la piattaforma on-line gratuita di campagne sociali, stanno raccogliendo adesioni, già più di un milione, per cercare di convincere Snapchat a ritornare alla versione precedente. Un dato incredibile, se si pensa che risultati simili, nel variegato e vivace mondo delle petizioni online, lo raggiungono forse, ma questo non è assolutamente scontato, iniziative di natura politica o caritatevole.

Even Spiegel, però, come scritto dal Corriere, non tornerà indietro, e si è detto convinto della decisione e del restyling, non temendo quindi un effetto boomerang per ciò che riguarda le utenze.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.