Vodafone pronta per il lancio dell’operatore virtuale della Vei srl, ma l’avvio dipende da Iliad


Secondo alcune nostre indiscrezioni sono partite le affiliazioni di alcuni rivenditori multimarca volte a far acquisire la vendita del secondo brand dell’operatore virtuale della multinazionale rossa.

Ciò lascerebbe presagire che i prossimi mesi potrebbero portare delle novità importanti circa il debutto dell’operatore Full MVNO che Vodafone presenterà attraverso la società Vei srl per contrastare Iliad. Giungono a tal riguardo ulteriori novità rispetto alle utlime anticipate da MondoMobileWeb.

Oltre alle interessanti informazioni sul fatto che l’operatore virtuale utilizzerà la tecnologia 4G (su rete Vodafone), come pochi altri operatori della categoria in Italia, si deve ribadire che si tratterà di un operatore “no frills“, senza fronzoli.

Questa caratteristica fa intendere che il marchio proporrà offerte economiche e si occuperà di servizi di telefonia essenziali, escludendo tutte quelle ipotesi che si riferiscono a promozioni accessorie come la rateizzazione di smartphones, raccolte premi, sconto o convergenze fisso-mobile..

   

Come già noto, il nuovo MVNO avrà come prefisso 379.1 per chi attiva un nuovo numero, come numero di assistenza clienti 192121 e come numero seriale (numero identificativo componente il codice ICCID delle schede telefoniche) 893951.

Il nuovo operatore proporrà tariffe a prezzi economici e in particolare si presenterà con due offerte simili rispetto a quelle che ci si aspetta da Iliad. Tale profilo sarà necessario, dato che l’operatore di Vei srl avrà come diretti concorrenti da una parte il temuto nuovo quarto operatore mobile di Iliad, che sarà un operatore di rete, e dall’altra un altro MVNO anti-Iliad, Kena Mobile, creato da TIM, vicino al soffio della prima candelina e alla presa con il miglioramento dei propri sistemi.

Al suo avvio, la vendita “fisica” dei servizi sarà effettuata esclusivamente nei punti vendita multimarca.  Almeno all’inizio, quindi, la vendita dei servizi dell’operatore virtuale sarà preclusa ai Vodafone Store e alla Grande Distribuzione. I rivenditori autorizzati inoltre riceveranno una scheda SIM unica sia per le attivazioni e per le sostituzioni per furto, smarrimento o eventuale malfunzionamento.

Un’altra indiscrezione riguarda il nome: l’operatore non si chiamerà “Vei”. Questo è infatti l’acronimo di Vodafone Enabler Italia, confermando le ipotesi che lo accostavano a Vee, Vodafone Enabler España, che in Spagna gestisce l’operatore virtuale Lowi.

L’operatore virtuale avrà inoltre un’app ufficiale grazie a cui monitorare i consumi e accedere ad altri servizi.

Nonostante il profilo tecnico si presenti al completo, è dubbio ancora il momento di partenza delle attività, che rimane legato a sua volta alle scelte del diretto concorrente Iliad. Tra le finte e le incerte notizie sulla sua partenza ci sia aspetta che qualcuno faccia la prima mossa, cercando al contempo di scoprire le carte di cui l’avversario è in possesso.






 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus