iliadTelecomunicazioniVodafone

Il nuovo operatore virtuale di Vodafone tramite la società Vei srl presto in azione. Destino comune a Iliad anche nel periodo di avvio?

A distanza di mesi dalle ultime dichiarazioni, risalenti all’inizio dell’estate 2016 dell’amministratore delegato di Vodafone Italia Aldo Bisio, che preannunciavano decisivi sviluppi per l’attivazione di un nuovo operatore virtuale “no-frills”, sembra che l’attesa per la verità sia adesso entrata nella sua fase finale.

In mancanza di informazioni da parte dei vertici di Vodafone Italia non si è potuto conoscere molto fino ad adesso sulla costituzione dell’operatore che sarebbe stato lanciato per contrastare Iliad. Le scarse esternazioni hanno fatto conoscere solo alcune date, come quella dell’8 marzo 2017 , giorno in cui sarebbe stata costituita Vei srl (dopo la dichiarazione di inizio attività del 30 gennaio), e quella del 3 settembre 2017, data in cui sarebbe stato garantito il servizio di portabilità dagli altri operatori (seppure il nome “Vei srl” fosse presente nell’elenco degli operatori verso cui poter effettuare la portabilità sin da agosto 2017, come riportato in un dettagliato articolo di MondoMobileWeb di quel periodo).

Giungono tuttavia alcune indiscrezioni sufficientemente attendibili a colmare le lacune di ignoranza: Vei srl, la società che Vodafone Italia ha fondato per il lancio di un nuovo operatore low cost, potrebbe far operare il nuovo marchio già a partire da fine Febbraio o da Marzo del 2018.

Il nuovo operatore virtuale sarà un Full MVNO (Mobile Virtual Network Operator) e, come già noto, avrà come prefisso 379.1, come numero di assistenza clienti 192121 e come numero seriale (numero identificativo componente il codice ICCID delle schede telefoniche) 893951.

Altra novità riguarderà la rete, che sarà quella di Vodafone e che fornirà i servizi di connessione ad internet tramite la rete di ultima generazione, il 4G (4th Generation). Il marchio della società Vei garantirebbe questa tecnologia come pochi altri MVNO in Italia, quali Lycamobile, CoopVoce, PosteMobile e Fastweb.

Il nome del nuovo operatore non è ancora disponibile. Si può pensare che “Vei” sia l’acronimo di Vodafone Enabler Italia, analogamente come succede per VEE (Vodafone Enable España), il MVNE (Mobile Virtual Network Enabler, intermediario tra l’operatore di rete e l’operatore virtuale di rete) che gestisce l’operatore virtuale Full MVNO Lowi.

Non si può andare oltre le ipotesi per il nome del futuro operatore virtuale italiano; nel dicembre del 2016 Vodafone aveva depositato presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi molti nomi commerciali riferiti al marchio “Free”, sottraendone l’utilizzo a Iliad, il futuro quarto operatore di rete che nel suo mercato di origine, la Francia, opera con “Free Mobile”. Altre previsioni riguardano il fatto che esso possa prendere il nome di cui si parlava per l’operatore che Iliad Italia lancerà, cioè Ho. Mobile.

Sul fronte delle offerte il nuovo Full MVNO potrebbe presentare due proposte, molto simili a quanto pare a quelle che Iliad ha lanciato in Francia, con quantità dei servizi molto alti a un prezzo economico, sotto la garanzia di una buona qualità della rete.

Nuovo Claim di Vodafone

I punti in comune con Iliad sono stati sempre presenti: dalla questione del marchio “Free” per finire alla data di lancio. Dopo la mancata presa della decisione “a cavallo dell’estate” (cit. Bisio) dell’anno scorso, si è sempre più fatta strada l’idea che l’avvio dei servizi fosse stato rimandato allo stesso momento in cui Iliad sarebbe scesa in campo.

La notizia che il nuovo operatore virtuale potrebbe cominciare le proprie attività già da Febbraio-Marzo 2018 potrebbe far pensare che questa scelta sia dovuta all’entrata di Iliad nello stesso periodo, e quindi che anche il debutto di quest’ultimo sia ormai vicino.

Questo quindi chiarirebbe il quadro di una situazione che, sebbene sia carente di informazioni e comunicazioni ufficiali, si mostra per i preventivi canali interni.

Si ringrazia Davide per la preziosa collaborazione.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button