TlcLexFonia

AGCM (Antitrust) sanziona Tim e Vodafone di 10 milioni di euro per abuso di posizione dominante sugli SMS aziendali

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) con un comunicato ha annunciato di aver concluso con la seduta del 13 Dicembre 2017 due distinti procedimenti istruttori nei confronti di Telecom Italia S.p.A. (TIM) e Vodafone Italia S.p.A. (Vodafone) e di aver comminato sanzioni per un totale di circa 10 Milioni di euro.

Entrambi i procedimenti riguardano:

“distinti abusi di posizione dominante nel mercato dei servizi all’ingrosso di terminazione SMS su propria rete con effetti sul mercato al dettaglio dei servizi di invio massivo degli SMS informativi aziendali”.

Da quello che si legge nelle carte, il procedimento è durato più di un anno ed è stato intrapreso in seguito alle segnalazioni di società concorrenti nel campo dei servizi aziendali.

Nel caso di Vodafone, a cui è stata inflitta la sanzione più pesante, ossia 5.843.814 euro, l’Autorità ha accertato che la società:

“ha abusato della propria posizione dominate ponendo in essere delle condotte di discriminazione interno-esterna di tipo tecnico ed economica tali da determinare una compressione dei margini a discapito dei concorrenti nel mercato a valle che acquista la terminazione SMS verso rete mobile Vodafone Italia. Le condotte di Vodafone Italia sono indirizzate agli Operatori in decade 43 ed incidono su una concorrenza di tipo infrastrutturale”.

Per quanto riguarda TIM la sanzione ammonta a 3.717.988 euro, in quanto AGCM ha accertato che Telecom Italia S.p.A.:

“anche con l’ausilio di Telecom Italia Sparkle S.p.A., ha abusato della propria posizione dominante ponendo in essere una condotta di compressione dei margini per un concorrente altrettanto efficiente nel mercato a valle che acquista la terminazione SMS verso rete mobile TIM”.

Dunque in entrambi i casi TIM e Vodafone, grazie alla loro posizione dominante nei rispettivi mercati, “hanno applicato tariffe sia sul mercato a monte che sul mercato a valle dell’invio massivo di SMS che rendono il margine potenziale per i concorrenti nel mercato al dettaglio insufficiente a coprire i costi specifici per fornire i servizi ai clienti finali. Tali condotte sono idonee a compromettere la capacità competitiva dei concorrenti attivi in tale mercato”

Queste sanzioni pecuniarie seguono i richiami dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato riguardanti le attività di telemarketing aggressivo sempre nei confronti di TIM e di Vodafone, di cui vi abbiamo già dato conto nei precedenti articoli di MondoMobileWeb.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button