TelecomunicazioniTim

TIM premiata dalla Camera dei deputati con il “Premio dei Premi per l’innovazione” per TIM #WCap

L’ultimo atto dei rapporti tra TIM e il Parlamento si era svolto il 28 giugno 2017, quando un furioso Flavio Cattaneo esprimeva la sua contrarietà per la scelta del Governo di affidare a Open Fiber, invece che alla ex monopolista, il bando per il finanziamento dell’installazione della banda larga nelle aree bianche, così particolarmente isolate dell’Italia da non rappresentare un’opportunità di investimento per le società di telecomunicazioni.

Flavio Cattaneo, dimessosi ufficialmente il 24 luglio 2017 aveva dichiarato nel corso dell’audizione alla Camera dei deputati:

Non partecipiamo più ai bandi perché riteniamo che siano costruiti in una certa maniera. Se sono costruiti ad hoc, allora per me possono farlo anche senza bando e darlo a chi ritengono più opportuno. Noi gli investimenti li facciamo non perché si depaupera la rete, ma perché abbiamo i clienti in Adsl e li portiamo subito in fibra molto prima degli altri. Perché non posso dargli in un mese una cosa che gli altri gli danno tre anni? Fra un po’ siamo nel 2018 e non è stato posato un metro, non è partito un cantiere delle aree Infratel. E quando parte, l’Italia sarà coperta con diverse soluzioni. I tempi del pubblico sono molto diversi da quelli di un privato. Il pubblico decide, ha procedure, questo allunga i tempi“.

Flavio Cattaneo

Queste parole hanno congelato sicuramente i rapporti del Governo con Tim, tanto da far ipotizzare che le dimissioni di Cattaneo possano essere state influenzate da questo spiacevole episodio. La ferita sarebbe stata ricucita solo con il primo incontro tra Carlo Calenda, Ministro dello Sviluppo Economico e Amos Genish, successore di Cattaneo.

L’ultima notizia è che l’impegno di TIM  per accompagnare il Paese nel percorso di innovazione tecnologica è stato riconosciuto con l’assegnazione del “Premio dei Premi per l’Innovazione”, consegnato oggi dalla Presidente Laura Boldrini in una cerimonia alla Camera dei Deputati in occasione della Giornata Nazionale dell’Innovazione 2017.

TIM si conferma ancora una volta best in class in Italia in termini di investimenti in innovazione, forte di 1,7 miliardi di euro spesi nel 2016 per Ricerca e Sviluppo per le reti di nuova generazione, le piattaforme e i servizi ICT (Tecnologie dell’Informazione della Comunicazione) e le iniziative di Open Innovation (cioè il fornirsi di risorse esterne per sviluppare il proprio progetto, attraverso, ad esempio, l’apporto delle università, dei centri di ricerca, ecc), di cui è pioniere in Italia: un ecosistema in cui le imprese e le istituzioni lavorano a fianco di start-up, università, istituti di ricerca e incubatori per affrontare le nuove sfide digitali, contribuendo alla crescita del PIL del Paese.   

In particolare, è stato premiato il progetto TIM #WCap, che supporta soluzioni digitali sviluppate da start-up e PMI favorendo sinergie con i principali attori dell’ecosistema dell’innovazione.

“Questo premio è un importate riconoscimento all’impegno di TIM volto a guidare l’innovazione digitale in Italia”, ha commentato Mario di Mauro, Direttore Strategy di TIM ritirando il premio. “Dal 2009 a oggi, TIM#WCap ha raccolto oltre 9000 progetti, supportato più di 300 start-up cui sono state fornite formazione, mentorship (corsi di apprendimento), spazi, oltre ad un supporto economico mediante grant. Con TIM Ventures, inoltre, investiamo nel capitale delle realtà più promettenti e con forti sinergie con la business strategy aziendale in un’ottica di supporto alle start-up anche in fase di sviluppo.”

Il Premio, organizzato dalla Fondazione Cotec (Fondazione per l’innovazione Tecnologica), viene assegnato alle migliori esperienze di innovazione realizzate nei settori dell’industria e dei servizi, nel mondo accademico, nella Pubblica Amministrazione e nel terziario.

 

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button