I Sindacati proclamano uno sciopero per il 18 dicembre 2017 a causa del nuovo piano aziendale di Ericsson


Le Segreterie Nazionali, SLC, CGIL, FISTEL, CISL, UILCOM e UIL, hanno annunciato, tramite un comunicato stampa, che per giorno 18 dicembre 2017 è previsto uno sciopero della durata di 8 ore, o comunque di un intero turno, con una relativa manifestazione a Roma. Lo sciopero è relativo al nuovo piano aziendale di Ericsson, che comporterà numerosi svantaggi per i dipendenti.

Si è svolto un importante incontro tra Ericsson e le Organizzazione Sindacali giorno 6 dicembre 2017, che era già stato previsto dalla procedura di cessione di ramo d’azienda. Le segreterie conoscevano già prima dell’incontro il piano industriale di Ericsson, che prevede l’uscita di circa 1000 lavoratori, tra esuberi e cessioni. I licenziamenti previsti da Ericsson, nella fattispecie, sono riferiti ai dipendenti che dal 1 gennaio passeranno nella nuova società. Di questi, infatti, 1 su 3 sarà licenziato, mentre per gli altri è stato prospettato un abbattimento di circa il 30 %, tra salario diretto, indiretto e aspetti normativi, come permessi e assicurazioni.

La situazione prospettata dall’azienda, dichiarano le Segreterie Nazionali, non è certo positiva, perché orientata verso tagli e poco chiarezza per le restanti cessioni e per gli esuberi rimanenti in Ericsson.

Posta tale situazione e, dunque, la ritirata di Ericsson dall’ Italia, i vari Sindacati ritengono essenziale l’intervento del Governo e, soprattutto, quello del Ministro dello Sviluppo Economico, il quale può approfondire e far chiarezza sul futuro di Ericsson in Italia.

Le Segreterie Nazionali chiedono, dunque, un ausilio tempestivo, per far fronte alle prassi dell’azienda Ericsson in riferimento, soprattutto, alla crisi che sta coinvolgendo alcune delle principali città del Paese, come Napoli, Roma e Genova.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.