App e ProgReti e FrequenzeServizi

IT-alert: nuovi test per incidenti industriali e collasso di grandi dighe

Il 19 e il 20 Dicembre 2023, quindi a partire da domani, il sistema di allarme pubblico IT-alert verrà testato su due specifici scenari di rischio, ovvero il collasso di grandi dighe e gli incidenti rilevanti in stabilimenti industriali soggetti alla Direttiva Seveso.

Come raccontato da MondoMobileWeb, lo scorso Venerdì 13 Ottobre 2023 si sono concluse, come previsto, le principali attività di test in tutte le Regioni e Province Autonome italiane.

Al momento, secondo quanto riportato nei mesi scorsi sul sito di IT-alert, l’operatività del nuovo sistema di allarme è prevista per il mese di Febbraio 2024, plausibilmente dopo il 13 Febbraio 2024 quando terminerà ufficialmente il periodo di sperimentazione specificato dalla Direttiva del 7 Febbraio 2023.

Come previsto da questa Direttiva, se la sperimentazione si sarà completata con esito positivo, il sistema potrà diventare operativo ed essere impiegato per diverse tipologie di rischio.

In questo senso, il 19 e il 20 Dicembre 2023 si realizzeranno, come detto, dei nuovi test su due rischi specifici, proseguendo ancora con la sperimentazione del sistema.

Nel sito di IT-alert, queste nuove simulazioni sono state annunciate il 14 Dicembre 2023 e, come indicato nell’informativa dedicata, prevederanno l’invio di un messaggio di test sui cellulari accesi e con connessione telefonica di coloro che si troveranno nelle aree in target, come successo anche per gli altri test.

Domani 19 Dicembre 2023, intorno alle ore 12:00, è prevista la simulazione di incidenti rilevanti in due stabilimenti industriali, in particolare nel territorio compreso in un raggio di 2 km dall’impianto:

  • In Puglia, nello stabilimento LyondellBasell, a Brindisi;
  • In Veneto, nella FIS (Fabbrica Italiana Sintetici S.p.A.), a Montecchio Maggiore (VI).

In questo caso, il testo della notifica che la popolazione coinvolta riceverà sarà il seguente:

TEST TEST Questo è un MESSAGGIO DI TEST IT-alert. Stiamo SIMULANDO un incidente industriale nella zona in cui ti trovi. Per conoscere quale messaggio riceverai in caso di reale pericolo per un incidente industriale vai su www.it-alert.gov.it TEST TEST

Mercoledì 20 Dicembre 2023, sempre intorno alle ore 12:00, si terrà invece una simulazione sul collasso grandi dighe:

  • In Emilia-Romagna, nella Diga di Conca (Comuni interessati: Misano Adriatico e San Giovanni in Marignano e Cattolica);
  • In Lombardia, nella Diga di Pagnona (Comuni interessati: Premana, Pagnona, Casargo, Sueglio, Valvarrone, Bellano, Dervio);
  • In Sardegna, nella Diga di Nuraghe Arrubiu (Comuni interessati: Orroli, Escalaplano, Goni, Silius, Siurgus Donigala, Ballao, Armungia, Villasalto, San Vito, Villaputzu, Muravera).

Il testo della notifica, in questo caso, sarà il seguente:

TEST TEST Questo è un MESSAGGIO DI TEST IT-alert. Stiamo SIMULANDO il collasso di una diga nella zona in cui ti trovi. Per conoscere quale messaggio riceverai in caso di reale pericolo per il collasso di una diga vai su www.it-alert.gov.it TEST TEST

Come sottolineato nel sito di IT-alert, nel caso in cui i sistemi di protezione civile regionali si dovessero trovare impegnati in attività per eventuali allerte meteo-idro in atto o per situazioni di emergenza, le date dei test sopra riportati potrebbero subire variazioni.

Ad ogni modo, direttamente dalla homepage del sito di IT-alert, sarà possibile accedere a una pagina di approfondimento dedicata dove sarà possibile visionare il testo del messaggio che i cittadini riceverebbero in caso di pericolo reale per quel determinato rischio, nonché le informazioni sul caso specifico.

Inoltre, sempre dalla homepage o dalla pagina di approfondimento, sarà possibile raggiungere il questionario che, come per i precedenti test, tutti coloro che si troveranno nei territori coinvolti saranno invitati a compilare per contribuire a implementare il sistema.

Coloro che, pur trovandosi nell’area interessata dal test, non dovessero ricevere alcuna notifica di IT-alert, potranno compilare il questionario ugualmente per segnalare tale mancanza.

Come indicato nell’informativa dedicata, queste nuove attività di sperimentazione hanno un duplice obiettivo, ossia sperimentare l’utilizzo di IT-alert su porzioni ridotte e circoscritte di territorio, e fare un passo in avanti nel processo di familiarizzazione con il sistema di allarme pubblico, permettendo alle persone di acquisire maggiore confidenza con la ricezione del messaggio per scenari di rischio specifici.

In più, come riportato nel sito, i test saranno utili anche per affinare ulteriormente le funzionalità e testare l’efficacia dei flussi di comunicazione in emergenza tra i soggetti interessati.

Editing Maurizio Contina

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram. Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.