iliadIliad FibraReti e FrequenzeTelco Italia

Iliad Italia sta valutando di ridurre i consumi delle antenne di notte come in Francia

L'AD Benedetto Levi in un'intervista ha parlato anche della nuova offerta Iliadbox Wi-Fi 6

Nella giornata di oggi, 19 Ottobre 2022, l’Amministratore Delegato di Iliad Italia, Benedetto Levi, ha parlato in merito alla situazione della crisi energetica che si è venuta a creare negli ultimi mesi, con le telco che sono fra le aziende che consumano più elettricità per tenere attive le loro reti. A questo proposito, anche in Italia l’operatore potrebbe adottare delle misure per ridurre i consumi delle antenne durante la notte.

Benedetto Levi ha parlato di questo e anche dell’offerta Fibra Iliadbox, recentemente aggiornata, in una video intervista rilasciata all’agenzia di stampa Italpress.

Una delle domande dell’intervista ha fatto riferimento alla possibilità che gli operatori di telecomunicazione possano spegnere le loro reti di notte, in modo da ridurre i consumi di elettricità a causa del caro energia che sta colpendo tutti in questo periodo.

Nello specifico, viene citata la decisione presa in Francia proprio dal Gruppo Iliad, che opera con il brand Free, che lo scorso 6 Ottobre 2022 ha annunciato un piano di risparmio energetico, a sostegno dell’iniziativa nazionale di risparmio energetico lanciata dal governo francese.

Per quanto riguarda le reti, Iliad Group ha deciso di estendere il sistema di spegnimento notturno di alcune bande di frequenza della rete mobile adottato in Francia da Free già da Settembre 2021: se l’operatore durante la notte spegneva già la banda a 2600 MHz per il 4G, adesso con il nuovo piano Free spegnerà anche la banda 2100 MHz per il 4G, 2100 MHz per il 3G e 3,5 GHz per il 5G.

Secondo il Gruppo Iliad, in questo modo si potrà ridurre di oltre il 10% il consumo di energia elettrica durante lo spegnimento di alcune frequenze, che in ogni caso si riaccendono automaticamente quando necessario in termini di traffico di rete.

Cosa ha detto Benedetto Levi sul risparmio energetico di Iliad in Italia

Rispondendo alla domanda sulla possibilità che anche in Italia possano essere adottate misure del genere, l’AD di Iliad Italia Benedetto Levi ha affermato che anche la filiale italiana sta valutando di ridurre i consumi di elettricità delle antenne durante la notte.

Queste le parole di Benedetto Levi a proposito:

Sicuramente ci stiamo impegnando come operatore ad andare a ridurre l’impatto dei nostri consumi energetici un po’ su tutti i fronti. […]

Le reti di telecomunicazione consumano effettivamente molta elettricità e quindi stiamo valutando alcune misure di notte che, senza avere il minimo impatto negativo per il servizio offerto all’utente, vanno a ridurre il consumo di elettricità per, appunto, ridurre in generale il consumo del Paese.

Così come fatto in Francia, anche Iliad Italia sta adottando, come specificato da Benedetto Levi, delle misure all’interno degli uffici e degli Store dell’operatore italiano, sempre con l’obiettivo di ridurre il consumo di elettricità.

L’AD Levi ha citato anche la funzionalità del modem Iliadbox a disposizione dei suoi clienti Fibra, con cui si può programmare (anche tramite l’app Iliadbox Connect) lo spegnimento della rete Wi-Fi ad esempio durante la notte, per evitare di consumare energia elettrica in più quando la rete wireless non viene utilizzata.

A proposito di rete fissa, nel documento del Gruppo Iliad per quanto riguarda le misure di risparmio adottate in Francia, viene sottolineata l’importanza di passare dalle reti in rame a quelle in fibra ottica, in quanto queste ultime consumano 4 volte meno energia.

iliad Italia antenne notte

L’AD cita la nuova offerta Iliadbox e parla della copertura Fibra FTTH

Nel corso dell’intervista, il CEO Benedetto Levi ha parlato anche dell’offerta di rete fissa Iliadbox, che proprio nei giorni scorsi, dall’11 Ottobre 2022, è stata rinnovata per le nuove attivazioni, con un modem aggiornato al Wi-Fi 6 ma a nuovi prezzi di 24,99 euro al mese e di 19,99 euro al mese per alcuni clienti di rete mobile.

In merito ai possibili risparmi che si hanno con le offerte in Fibra e sulla nuova offerta Iliadbox, Benedetto Levi ha dichiarato:

La nostra offerta è sicuramente molto conveniente, a 19,99 euro per i nostri utenti mobili.

In generale, credo che sia uno dei temi importanti in Italia, che spiegano anche perché ad oggi la fibra ottica è ancora poco diffusa nel Paese: offerte in passato che erano poco chiare e con prezzi molto elevati.

Noi abbiamo fatto questa scelta non solo di offrire solo vera fibra, ma a prezzi molto competitivi e con totale trasparenza, e credo che questo genererà un’ulteriore spinta verso il passaggio alla fibra.

Si precisa che con la nuova offerta Iliadbox Wi-Fi 6 lanciata l’11 Ottobre 2022 il prezzo scontato di 19,99 euro al mese si ottiene soltanto per i clienti che sottoscrivono o hanno già un’offerta mobile Iliad con costo mensile di 9,99 euro, come in precedenza con metodo di pagamento automatico.

In questo modo, il cliente Iliad con offerta mobile compatibile che abbina la SIM alla nuova offerta Fibra Iliadbox Wi-Fi 6 pagherà sempre in totale 29,98 euro al mese.

Il nuovo meccanismo di convergenza si differenzia da quello precedente, che prevedeva la possibilità di associare una qualsiasi offerta mobile Iliad per ottenere la Fibra ad un prezzo scontato di 15,99 euro al mese. Così facendo, i clienti Iliadbox con la prima offerta Fibra ottengono un prezzo complessivo minimo per fisso e mobile di 20,98 euro al mese, se si abbina l’offerta Voce a 4,99 euro al mese.

Dunque, rispetto all’offerta lancio, Iliad Italia ha deciso per i nuovi clienti di aumentare i prezzi della Fibra Iliadbox sia in convergenza che senza, restringendo anche la possibilità di ottenere uno sconto solo ai clienti mobile con offerte a 9,99 euro al mese, con un prezzo minimo mensile per i clienti sia fisso che mobile che passa da 20,98 euro a 29,98 euro.

Benedetto Levi Iliadbox Wi-Fi 6 sconto Iliad

In merito invece alla copertura del servizio di rete fissa Iliadbox, durante l’intervista l’Amministratore Delegato Benedetto Levi ha ricordato anche gli accordi sottoscritti con i principali operatori wholesale nazionali, ossia Open Fiber, FiberCop e più di recente anche Fastweb.

Attualmente, grazie alla copertura Open Fiber, Iliad offre la sua Fibra in circa 7,7 milioni di unità immobiliari, mentre ad inizio 2023, grazie all’aggiunta della copertura Fastweb, l’operatore conta di raggiungere in totale circa 10 milioni di unità immobiliari. In futuro si aggiungerà anche la copertura FiberCop, anche se ancora non ci sono tempistiche precise.

Levi sottolinea ancora una volta anche la scelta, definita “molto forte”, di proporre ai clienti soltanto Fibra FTTH, quindi per una linea fissa al 100% in fibra ottica.

Infine, in merito al digital divide dell’Italia e sullo sviluppo delle reti in fibra ottica, Levi ha affermato che dopo il ritardo accumulato dall’Italia adesso il divario con gli altri paesi europei si sta colmando, anche grazie ai fondi del PNRR.

Secondo Benedetto Levi, le priorità per colmare il digital divide sono quelle da un lato di accelerare la copertura del Paese, mentre dall’altro per l’AD di Iliad è necessario che ci siano offerte “estremamente semplici, chiare, trasparenti e accessibili”. A detta di Levi, infatti, “se la fibra arriva, ma nessuno sceglie l’offerta in fibra, è inutile averla portata”.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button