TiscaliTrasformazione Digitale

Tiscali amplia l’investimento in 3PItalia, acquistandone una partecipazione di controllo

Durante la giornata di ieri, 26 Settembre 2022, Tiscali ha annunciato di aver avviato l’operazione di ampliamento dell’investimento in 3PItalia, una società italiana che si occupa di disegno e realizzazione di partenariati pubblico privati (PPP).

La società è stata creata da Linkem e EasyGov nel 2019, con l’obiettivo di accelerare la trasformazione digitale in Italia tramite modelli di partenariato tra pubblico e privato, supportando gli Enti in termini di competenze, investimenti e risorse per la realizzazione di progetti di innovazione.

La controllata operativa Tiscali Italia S.p.A. ha quindi proceduto all’acquisizione delle quote di maggioranza di 3PItalia, un’operazione che, secondo l’operatore, rappresenta un tassello in più nella realizzazione del piano industriale di Tiscali approvato dagli azionisti e dal mondo finanziario.

Nello specifico, è stato perfezionato il trasferimento da parte di EasyGov a Tiscali Italia di 744.000 azioni di 3PItalia, pari al 37,20% del capitale sociale di quest’ultima, a un prezzo di circa 3,3 milioni di euro.

Tiscali Italia ha inoltre acquistato dall’Ing. Daniele Righi ulteriori 50.000 azioni della società, pari al 2,5% del capitale sociale di quest’ultima, al costo di 225 mila euro.

A fronte dell’operazione, Tiscali Italia possiede 1.094.000 azioni di 3P Italia, pari al 54,7% del suo capitale sociale, includendo le 300.000 azioni di 3PItalia precedentemente pervenute al gruppo dell’operatore, in seguito alla fusione del ramo retail del gruppo Linkem in Tiscali S.p.A. entrata ufficialmente in vigore lo scorso 1° Agosto 2022.

Davide Rota
Davide Rota, nuovo Amministratore Delegato di Tiscali e Presidente di Linkem

Di seguito le parole di Davide Rota, Amministratore Delegato di Tiscali, che ha dichiarato:

“L’acquisizione del controllo di 3PItalia è un elemento chiave del piano industriale di Tiscali. 3PItalia, che già serve in qualità di concessionario un bacino di oltre 400 comuni sul territorio nazionale, ha numerosi progetti di digitalizzazione in fase di incubazione.

Grazie alla creazione di un originale modello di gestione aggregata dell’innovazione, 3PItalia è un attore fondamentale del processo di trasformazione e ammodernamento dei comuni, di cui Tiscali vuole essere attore primario.

Riteniamo che la partnership pubblico privata rappresenti la strada migliore per contribuire alla trasformazione digitale del Paese e per innescare meccanismi di sviluppo virtuosi connessi all’attuazione del PNRR, producendo reali benefici per i cittadini e per le imprese, superando la frammentazione territoriale.

Auguro buon lavoro all’Amministratore Delegato Carlo Ghezzi, con cui collaboriamo con successo oramai già da qualche anno, e a tutta la squadra di 3PI.”

Queste, invece, le parole di Carlo Ghezzi, Amministratore Delegato di 3PItalia, che ha commentato:

“Il nuovo assetto societario di 3Pitalia è un importante passo avanti nel processo di crescita dell’azienda che più ha creduto e operato nel partenariato pubblico privato a livello di enti territoriali. L’operazione consentirà di mettere a fuoco e traguardare obiettivi sempre più ambiziosi.

Grazie al Gruppo Linkem Tiscali per continuare a puntare su questa opportunità e in particolare a Davide Rota e a tutti i colleghi con i quali abbiamo il privilegio di proseguire un percorso condiviso.“

Nella gestione di 3PItalia, Ghezzi verrà affiancato da Daniele Righi, Chief Innovation and Business Development Officer di Tiscali, in qualità di Presidente, e da Michele Benedetti, co-Founder di EasyGov, Fabio Bartoloni, CFO di Tiscali, e Andrea Bernassola, Head of Business Planning and Control Tiscali, in qualità di membri del Consiglio di Amministrazione.

Per quanto riguarda gli accordi, le parti hanno concesso, in favore dell’Ing. Daniele Righi, la possibilità di acquisto di azioni di 3P Italia pari al 2,5% del suo capitale sociale, per un corrispettivo di 50.000,00 euro e durata fino al 23 Ottobre 2026, da esercitarsi nei confronti degli attuali soci in proporzione alle partecipazioni detenute da ciascuno ad esito dell’operazione.

In aggiunta, in favore di Martino & Partners S.r.l. è stata concessa un’opzione per la sottoscrizione di azioni di 3PItalia di nuova emissione pari al 2,5% del capitale sociale di quest’ultima, per un corrispettivo di 225.000,00 euro e durata settennale a decorrere dalla data di concessione.

Inoltre, Tiscali Italia e EasyGov hanno assunto una serie di impegni di natura parasociale di durata quinquennale, tra i quali un impegno di reciproco lock up sulle azioni di 3P Italia per 2 anni, alla cui scadenza entra in vigore un diritto di prelazione reciproco sulle azioni della società.

È stato poi concordato un diritto di tag along sulle quote non oggetto di prima offerta da parte di terzi e una put option a favore di Easygov sulle azioni residue in suo possesso al prezzo di 9 milioni di euro, in caso di mancata quotazione di 3P Italia entro il termine concordato e di avveramento di una serie di condizioni, oltre ad accordi riguardo la composizione dell’organo amministrativo e di controllo.

Nel corso dell’operazione Tiscali è stata assistita dallo studio legale Gianni & Origoni, mentre EasyGov dallo studio legale Penco e dallo studio legale CRZM.

A detta di Tiscali, l’investimento in 3PItalia ha avuto lo scopo di di rafforzare la strategia dell’operatore nell’ambito della digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, con particolare riferimento agli enti locali e ai piccoli comuni.

Editing Mattia Castro

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button