Telco ItaliaTiscaliTiscali Fisso

Tiscali risultati finanziari al 30 Giugno 2022: nel mobile si attesta a circa 270 mila utenze

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali S.p.A. si è riunito in data odierna, esaminando e approvando la Relazione Finanziaria Semestrale consolidata al 30 giugno 2022.

Nel primo semestre 2022 il Gruppo ha generato ricavi e altri proventi per Euro 77,2 milioni, rispetto agli Euro 74,8 milioni del corrispondente periodo dell’esercizio 2021 e ha registrato un EBITDA pari ad Euro 12,9 milioni, in crescita rispetto agli Euro 11,9 milioni del primo semestre 2021.

Il risultato netto consolidato è negativo per Euro 16,6 milioni (negativo per Euro 12,5 milioni nel primo semestre 2021). L’indebitamento Finanziario Netto al 30 giugno 2022 è pari ad Euro 88,7 milioni, sostanzialmente invariato rispetto agli Euro 88 milioni al 30 giugno 2021.

Pur in un settore che da tempo registra una contrazione dei ricavi e della profittabilità, i risultati della semestrale di Tiscali presentano un miglioramento dell’EBITDA e sono sostanzialmente in linea con quelli del primo semestre del 2021. Nel secondo semestre dell’esercizio in corso, grazie al contributo dell’operazione di fusione, efficace dal 1° agosto 2022, Tiscali stima di incrementare significativamente il proprio giro d’affari.

Per quanto concerne il business, nel corso del primo semestre 2022 le principali attività di Tiscali si sono focalizzate sulla mission di offrire a famiglie e imprese sul territorio nazionale uguale e libero accesso alla vita digitale. Avendo aderito all’offerta di Open Fiber per le aree C e D del Paese, Tiscali è stata fra i primi operatori ad offrire servizi FTTH con capacità fino a 1 Giga ai cittadini e alle imprese stabiliti nelle cosiddette aree in divario digitale esteso. In queste aree la copertura è passata da 1.600 comuni a fine 2021 a circa 1.800 al 30 giugno 2022.

Grazie al completamento dell’accesso alla rete Bitstream NGA, al 30 giugno 2022 Tiscali è in grado di offrire servizi in Fibra a circa 29 milioni tra famiglie e imprese: di cui circa 10 milioni con tecnologia FTTH. Grazie all’incremento della copertura FTTH, la quota di mercato di Tiscali al 30 marzo 2022 in tale tecnologia è pari al 4,5%.

La Società ha inoltre potenziato le vendite del servizio FWA e FWA 5G su rete Linkem con velocità fino a 100Mb, abilitando l’offerta di connettività ultrabroadband ad un mercato potenziale di circa 17 milioni tra famiglie e imprese.

Grazie alle azioni intraprese e alle campagne di marketing mirato e multicanale, al 30 giugno 2022 i clienti ultrabroadband nelle diverse tecnologie (Fibra FTTH fino a 1 Giga e FTTC fino a 200 e 100 Mbps, Fixed Wireless fino a 100 Mbps) sono 276 mila unità, in crescita complessivamente del 10,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Anche i clienti mobili sono in crescita del 9% rispetto al 30 giugno 2021. L’offerta mobile Tiscali (veicolata su rete TIM) ha raggiunto il 99,7% di copertura del territorio nazionale ed è già disponibile in 7.801 Comuni italiani.

Davide Rota
Davide Rota, nuovo Amministratore Delegato di Tiscali e Presidente di Linkem

Davide Rota, Amministratore Delegato di Tiscali S.p.A. dal 17 maggio 2022 ha dichiarato: “Siamo soddisfatti di aver concluso la fusione tra Tiscali e le attività retail del gruppo Linkem e ora vogliamo focalizzarci nell’implementazione del piano industriale, che è stato approvato dal mondo bancario e che ci ha consentito di superare il piano di risanamento ex art. 67, l.f.. La nuova Tiscali è il quinto operatore del mercato fisso Italiano con una quota di mercato nelle tecnologie FTTH e FWA del 16,5%.

Nei prossimi mesi consolideremo l’attuale posizionamento nelle telecomunicazioni, grazie ad un’offerta integrata di servizi fissi, mobile ed alto valore aggiunto per cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni e valorizzeremo tutti gli asset dell’azienda, dal portale all’ecosistema di start up innovative del mondo digitale. Il nostro obiettivo è quello di trasformare Tiscali in una vera e propria Digital Media Company e per farlo abbiamo mantenuto il 100% dell’occupazione post fusione e chiuso l’accordo relativo al contratto di solidarietà, creando un programma di formazione continua e re-skilling. Tiscali continuerà inoltre a supportare la trasformazione digitale dei territori e in particolare dei piccoli Comuni attraverso iniziative di partenariato pubblico privato e tramite l’offerta di servizi di connettività in fibra ottica e di altri servizi ad alto valore aggiunto basati sul cloud“.

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali S.p.A. ha nominato il dottor Fabio Bartoloni Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari ai sensi dell’art. 154-bis del D. Lgs. 58/1998. La nomina è avvenuta con parere favorevole del Collegio Sindacale e nel rispetto dei requisiti di onorabilità e di professionalità previsti dalla normativa vigente e dallo Statuto Sociale.

Fabio Bartoloni, nuovo CFO del Gruppo, subentra a Silvia Marchesoli. Il Consiglio ringrazia la dottoressa Marchesoli per l’ottima attività svolta ed augura buon lavoro al nuovo Preposto.

Comunicato Stampa

I ricavi mobile, pari a 8,4 milioni di Euro al 30 giugno 2022, mostrano un aumento del 10% rispetto al dato del semestre 2021 pari a 7,7 milioni di Euro. La base clienti attiva registra un incremento del 9% rispetto al primo semestre 2022, passando da circa 248 mila unità al 30 giugno 2021 a circa 270 mila unità al 30 giugno 2022. In termini di numero medio al mese nel periodo l’incremento dei clienti è pari al 4,9% (i clienti medi del primo semestre 2022 circa 265 mila contro circa 252 mila clienti medi nel primo semestre 2021).

Inoltre, in ambito FWA, la Società ha concentrato le attività di vendita del servizio su rete Linkem, abbandonando gli altri fornitori che non fornivano coperture e tipologia di servizio utili.

Infatti il servizio FWA Linkem, oltre a fornire un servizio con velocità fino a 100Mb, permette di offrire connettività ultra broadband ad un mercato potenziale di circa 17 milioni di famiglie e imprese.

Grazie ai rinnovati accordi MVNO con TIM è stata incrementata la performance di servizio mobile con i livelli massimi di velocità raggiungibili dalla tecnologia 4G e con offerte che consentono di competere anche con gli operatori low cost (70 e 150 GB).

Inoltre a marzo 2022, primo fra gli MVNO indipendenti in Italia, è partito il progetto di ammodernamento della voce grazie all’introduzione della tecnologia VoLTE (voice over LTE) che consente un forte miglioramento della qualità delle chiamate oltre alla possibilità di chiamare e navigare contemporaneamente. Dai primi di giugno 2022, è iniziato il piano di abilitazione a tutta la base clienti che si è concluso a luglio 2022.

Clicca qui per leggere il documento integrale

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button