Reti 5G

Piano Italia 5G: nuovo bando da oltre 500 milioni di euro per completare le reti mobili 5G

Nell’ambito del Piano Italia 5G del PNRR, nelle ultime ore è stato pubblicato un nuovo bando che mette a disposizione degli operatori di rete mobile italiani oltre 500 milioni di euro, sotto forma di contributi pubblici, per la realizzazione e il completamento delle reti 5G nelle aree a fallimento di mercato.

Infratel Italia, la società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), in esito alla delibera del Consiglio di Amministrazione di ieri, 20 Maggio 2022, ha infatti pubblicato un nuovo bando per la concessione di contributi pubblici che serviranno per completare la copertura delle reti mobili 5G nei territori italiani privi di copertura internet veloce.

In questo caso l’intervento pubblico è di oltre 500 milioni di euro, sotto forma di incentivo, previsto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e copre fino al 90% degli investimenti sostenuti dagli operatori.

Gli interventi per la realizzazione di nuovi siti radiomobili 5G (con velocità di trasmissione di almeno 150 Mbps in downlink e 30 Mbps in uplink) nelle aree a fallimento di mercato, dovranno essere completati entro il 2026 nel rispetto degli obiettivi del PNRR.

Secondo quanto sottolineato dal Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Transizione Digitale (MITD), che ha riportato nella giornata di ieri, 20 Maggio 2022, la notizia della pubblicazione del bando, grazie all’investimento a favore della realizzazione di reti 5G, adottato in conformità alla normativa UE sugli aiuti di Stato, sarà possibile garantire “continuità del servizio di connettività mobile ad elevate prestazioni sul territorio nazionale e soddisfare il fabbisogno di servizi mobili innovativi anche nelle zone del Paese più complesse per il mercato”.

Le reti finanziate saranno soggette agli obblighi di accesso previsti dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM).

bando Italia 5G reti mobili

Dettagli sul nuovo bando pubblico per le reti 5G in Italia

In dettaglio, questo nuovo bando pubblicato da Infratel Italia incentiva la realizzazione di nuove infrastrutture di rete mobili (componenti passive e attive, inclusi i rilegamenti in fibra ottica) con velocità di trasmissione di almeno 150 Mbps in download e 30 Mbps in upload, finanziando fino al 90% del costo complessivo di intervento.

Precisamente, il valore economico massimo del contributo concesso è di 567.043.033 euro, suddiviso nei seguenti sei lotti territoriali:

  • Lotto 1 (Lazio, Piemonte, Valle d’Aosta) con numero minimo di aree da coprire: 195. Valore economico massimo del contributo: 102.267.582 euro;
  • Lotto 2 (Liguria, Sicilia, Toscana) con numero minimo di aree da coprire: 192. Valore economico massimo del contributo: 91.789.292 euro;
  • Lotto 3 (Lombardia, Sardegna, p.a. Bolzano, p.a. Trento) con numero minimo di aree da coprire: 216. Valore economico massimo del contributo: 94.918.097 euro;
  • Lotto 4 (Friuli-Venezia Giulia, Umbria, Veneto) con numero minimo di aree da coprire: 221. Valore economico massimo del contributo: 106.114.929 euro;
  • Lotto 5 (Calabria, Emilia-Romagna, Marche) con numero minimo di aree da coprire: 179. Valore economico massimo del contributo: 84.270.563 euro;
  • Lotto 6 (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia) con numero minimo di aree da coprire: 198. Valore economico massimo del contributo: 87.682.570 euro.

Per partecipare al bando, gestito da Infratel Italia sulla base della convenzione stipulata con il Dipartimento per la trasformazione digitale e Invitalia, gli operatori interessati dovranno accedere e registrarsi alla piattaforma telematica dedicata.

Sarà possibile presentare le offerte entro le ore 18:00 del 10 Giugno 2022. L’avviso di Infratel è stato inviato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il 20 Maggio 2022.

Gli operatori possono presentarsi in forma individuale o associata. Le offerte possono essere destinate a un solo lotto, alcuni lotti o tutti i lotti posti a gara, senza vincoli di aggiudicazione.

Il criterio di aggiudicazione è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa. L’attuazione del Progetto di investimento avrà inizio a decorrere dalla data di sottoscrizione della Convenzione e si concluderà entro il 30 Giugno 2026.

Si segnala infine che nei giorni scorsi Infratel ha comunicato che uno dei primi due bandi per lo sviluppo di reti 5G in Italia, sempre nell’ambito del piano Italia 5G del PNRR, che era stato pubblicato a Marzo 2022, è andato deserto in quanto non sono arrivate offerte entro il termine del 9 Maggio 2022.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button