Fastweb FissoLexFonia

Fastweb: approvati gli impegni assunti per ridurre problematiche di portabilità nel fisso

L’AGCOM ha dato il via libera definitivo agli impegni con cui Fastweb intende migliorare il processo di portabilità del numero di rete fissa, in particolare per quanto riguarda i possibili ritardi in caso di inserimento di dati errati da parte del cliente, permettendo di sospendere il procedimento sanzionatorio aperto nei confronti dell’operatore.

L’approvazione è stata data con la delibera 50/22/CONS (ecco il documento completo) del 24 Febbraio 2022, che è stata pubblicata sul sito dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ieri, 29 Marzo 2022.

Come già raccontato, con la determina 125/21/DTC del 26 Ottobre 2021 l’AGCOM aveva pubblicato la proposta di impegni di Fastweb, che erano stati ritenuti ammissibili dal Consiglio dell’Autorità, avviando contestualmente la consultazione pubblica in merito.

Tutto ciò per via dell’apertura dell’atto di contestazione numero 8/21/DTC dell’AGCOM nei confronti di Fastweb, a cui è stata contestata in particolare la violazione di alcune norme che regolano i tempi e le modalità di portabilità del numero di rete fissa, che in generale stabiliscono il principio di un trasferimento della numerazione nel minor tempo possibile.

Nello specifico, Fastweb aveva posto in essere una condotta non conforme alle disposizioni previste dalle varie norme in vigore per non aver compiuto le procedure di sincronizzazione idonee per individuare il codice di migrazione corretto e associato alle utenze esaminate.

Grazie alla consultazione pubblica sono state raccolte le osservazioni degli operatori, in questo caso solo WINDTRE e TIM, in merito agli impegni presentati da Fastweb, i cui esiti (ecco il documento completo) sono stati allegati alla delibera pubblicata nelle ultime ore.

Con l’approvazione da parte dell’AGCOM degli impegni di Fastweb, contestualmente è stato sospeso il procedimento sanzionatorio che era stato aperto nei confronti di Fastweb.

impegni AGCOM Fastweb

Gli impegni di Fastweb approvati dall’AGCOM

Come già raccontato nel dettaglio, gli obblighi a cui dovrà adempiere Fastweb (ecco il documento completo), entro le scadenze già prefissate che decorrono dalla notifica del provvedimento di approvazione, si basano su tre impegni.

Il primo impegno che Fastweb ha assunto con l’AGCOM riguarda l’introduzione di integrazioni all’attuale procedura di verifica del codice di trasferimento fornito dal cliente. In particolare, Fastweb si impegna ad introdurre un ulteriore strumento volontario di verifica, che si attivi in automatico ogni volta che viene notificato un KO per codice errato.

Il secondo impegno di Fastweb ha invece l’obiettivo di ottimizzare ulteriormente la gestione degli ordini di Number Portability Pura in post attivazione.

In questo senso Fastweb si impegna ad integrare su base volontaria l’attuale procedura, inserendo maggiori controlli sui casi di KO sistemistici di deviazione dal processo standard automatico che richiedono un intervento di bonifica manuale da parte di un operatore (oltre ai casi di notifica di KO dell’ordine, intervenendo a monte sui casi di anomalie di sistema che impediscono, o comunque ritardano, il caricamento dell’ordine di NP).

Infine, il terzo e ultimo impegno di Fastweb riguarda l’attività di monitoraggio degli impegni assunti che dovrà essere messa in campo attraverso una struttura indipendente.

Le valutazioni e l’approvazione dell’Autorità

Secondo AGCOM, alla luce degli impegni presentati, Fastweb, oltre a garantire la cessazione dei comportamenti illegittimi di cui era accusata, si è vincolata a iniziative che introducono, rispetto agli attuali obblighi regolamentari relativi alle procedure di migrazione e portabilità, un quid pluris che può apportare uno “stabile miglioramento delle attuali previsioni regolamentari”.

In conclusione, considerato anche l’esito della consultazione pubblica, l’Autorità ritiene che le misure proposte sono idonee a migliorare le condizioni della concorrenza nel settore rimuovendo le conseguenze anticompetitive dell’illecito attraverso “idonee e stabili misure” e quindi non ha ritenuto necessarie ulteriori integrazioni agli impegni di Fastweb.

L’Autorità con l’approvazione degli impegni, che vengono resi obbligatori per Fastweb, esaminerà con cadenza periodica, e per un periodo di un anno a decorrere dall’effettiva implementazione, l’attuazione degli impegni.

Il procedimento sanzionatorio di cui all’atto di contestazione numero 8/21/DTC è sospeso fino alla verifica dell’effettivo adempimento degli impegni.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button