Osservatorio TlcTelefonia Mobile

Telefonia Mobile: TIM e WINDTRE leader del mercato, Iliad al 12% nelle SIM Human consumer

Lo scorso 29 Dicembre 2021 l’AGCOM ha pubblicato l’ultimo Osservatorio sulle Comunicazioni del 2021, riferito al terzo trimestre dell’anno appena concluso, cioè fino a Settembre 2021. Fra i mercati presi in considerazione quello della telefonia mobile, che vede Iliad continuare la sua crescita con il raggiungimento del 12% delle SIM Human del segmento consumer, mentre TIM e WINDTRE si spartiscono la leadership delle varie classifiche delle quote di mercato.

In questo approfondimento verranno quindi analizzati i dati del mercato della telefonia mobile, nello specifico quelli riguardanti i numeri e le tipologie delle linee attive e le quote di mercato in base alle percentuali dei principali operatori italiani.

I dati dell’Osservatorio sulle Comunicazioni numero 4/2021 pubblicato dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni sono in questo caso relativi a Luglio, Agosto e Settembre 2021, quindi riguardanti il terzo trimestre del 2021.

Il quadro generale delle SIM in Italia a Settembre 2021

Facendo un quadro complessivo della situazione del mercato della telefonia mobile italiano a Settembre 2021, le SIM totali hanno raggiunto quota 105,8 milioni di unità, con un incremento di circa 1,7 milioni rispetto allo stesso periodo del 2020, mentre rispetto al trimestre precedente del 2021 si registra un incremento di circa 600 mila unità.

Analizzando nello specifico le tipologie di linee mobili, le SIM Human (cioè “solo voce”, “voce+dati” e “solo dati” che prevedono iterazione umana) a Settembre 2021 hanno raggiunto quota 78 milioni, facendo registrare un incremento di 150 mila unità su base annua e di poco meno di 250 mila rispetto a Giugno 2021.

Aumentano anche le SIM Machine to Machine (M2M), ossia quelle che consentono lo scambio di dati, informazioni e comandi tra dispositivi, da macchina a macchina, che sono pari a 27,9 milioni e sono cresciute per poco più di 1,5 milioni rispetto allo scorso anno.

Per conoscere le anteprime, le notizie, le novità e gli approfondimenti sul mondo della telefonia, è possibile seguire MondoMobileWeb su Google News, cliccando sulla stellina o su “Segui”.

SIM totali

Le quote di mercato complessive dei principali operatori

L’AGCOM analizza anche la suddivisione delle quote di mercato dei principali operatori nazionali in base al numero delle SIM complessive e di tutte le SIM Human.

A questo proposito bisogna premettere che all’interno della categoria degli operatori virtuali non figurano i secondi brand di TIM, Vodafone e WINDTRE, ovvero i semivirtuali Kena Mobile, ho. Mobile e Very Mobile.

Come di consueto, infatti, l’Autorità specifica che i dati di Kena Mobile e ho. Mobile sono inclusi rispettivamente in quelli di TIM e Vodafone, mentre non viene fatto riferimento a Very Mobile, anch’esso comunque incluso in WINDTRE essendo un brand dell’azienda.

Partendo con le SIM totali, cioè Human più M2M, in questo caso le quote di mercato a Settembre 2021 vedono sempre TIM come market leader con il 28,8%, seguita da Vodafone (28,5%) e WINDTRE (24,8%).

Iliad dopo poco più di 3 anni dal suo debutto si attesta al 7,7% delle SIM complessive, seguita da PosteMobile con il 4,3% del mercato. Tutti gli altri operatori virtuali italiani hanno invece il 5,9% di quota di mercato.

Rispetto allo stesso periodo del 2020 crescono soltanto Iliad, con un incremento dell’1,1%, PosteMobile (+0,1%) e il raggruppamento degli altri MVNO, con una crescita dello 0,8%. Invece, TIM, Vodafone e WINDTRE confermano il loro trend in calo, con perdite rispettivamente dello 0,2%, 0,5% e 1,3%.

Osservatorio AGCOM telefonia mobile

Considerando invece il solo segmento delle SIM Human, pari cioè al totale delle SIM al netto delle SIM M2M, ancora una volta WINDTRE rimane il principale operatore con il 26,8%, seguito da TIM con il 25,7% e Vodafone con il 23,3%.

Anche in questo segmento Iliad continua a crescere e si attesta al 10,5% del mercato delle SIM Human, con una crescita di 1,7 punti percentuali su base annua, la più alta registrata in questo trimestre. Seguono poi PosteMobile con il 5,7% e tutti gli altri MVNO con una quota dell’8%.

SIM Human per tipologia di clientela

La distribuzione, in base alla tipologia di clientela, delle 78 milioni di linee mobili Human registrate a Settembre 2021 nel mercato della telefonia mobile italiano sono rappresentate per l’87,2% dall’utenza residenziale, cioè consumer, mentre il restante 12,8% sono SIM business.

Si segnala che rispetto allo stesso periodo dello scorso anno diminuiscono di 221 mila unità le SIM Human consumer, mentre sono aumentate di 368 mila unità quelle business.

Analizzando le quote di mercato delle sole SIM Human consumer, anche in questo caso WINDTRE è sempre il leader con il 27,5% delle linee, seguito da TIM con il 23,8% e Vodafone con il 21%. In questo segmento Iliad ha raggiunto a Settembre 2021 la quota del 12%, seguita da PosteMobile con il 6,2% mentre gli altri MVNO hanno una quota complessiva dell’8,8%.

SIM Human osservatorio

Anche in questo caso, guardando la differenza anno su anno, la tendenza vede in crescita solo Iliad (con l’incremento massimo del 2%), PosteMobile e gli MVNO, mentre perdono punti percentuali TIM, Vodafone e WINDTRE.

Completamente diversa la situazione delle SIM Human business, dove TIM si conferma il leader delle SIM affari anche a Settembre 2021 con il 38,5%, seguito da Vodafone con il 34,4%, WINDTRE al 21,8%, PosteMobile al 2,6% e infine gli altri MVNO complessivamente con una quota del 2,6%.

Nel segmento business TIM è l’unica a crescere, aumentando la sua quota anno su anno dell’1,3%, mentre Vodafone e PosteMobile perdono punti percentuali, stabili invece WINDTRE e gli altri operatori virtuali.

SIM Human per tipologia di contratto 

Infine, l’AGCOM analizza nel suo Osservatorio anche le quote di mercato della telefonia mobile in base alla tipologia di contratto della linee di tipo Human, cioè fra prepagate e abbonamento.

A Settembre 2021, delle 78 milioni di SIM Human, nell’88,7% dei casi i contratti sono attribuibili alla categoria prepagata, mentre il restante 11,3% sono SIM in abbonamento. Su base annuale, continua a diminuire la quota delle SIM abbonamento, che scendono di poco più di 1 milione di unità, mentre le SIM prepagate crescono di oltre 1,2 milioni.

telefonia mobile SIM prepagate

Per quanto riguarda le SIM Human prepagate, il leader di mercato del terzo trimestre 2021 è WINDTRE con il 27,3%, seguito da TIM con il 23,4%, Vodafone con il 22,3%, poi Iliad con l’11,8%, PosteMobile con il 6,5% e infine gli altri MVNO con una quota dell’8,7%.

In questo caso il maggior incremento rispetto a Settembre 2020 lo ottiene Iliad con un +1,7%, mentre chi ha perso di più è TIM con una perdita dell’1,6%.

Per quanto riguarda infine le quote di mercato delle SIM Human in abbonamento, il market leader continua ad essere TIM con il 44,1%, a cui segue Vodafone con il 30,7%, poi WINDTRE con il 22,5% mentre tutti gli altri MVNO hanno una quota pari al 2,8%.

Nel segmento abbonamento TIM ha fatto registrare una crescita, rispetto allo stesso periodo del 2020, pari al 7,3%, mentre WINDTRE ha perso ben 9,2 punti percentuali.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button