Open Fiber

Open Fiber a Senigallia: 6 milioni di euro per il cablaggio di 16 mila unità immobiliari

Open Fiber ha annunciato di aver siglato una convenzione con il comune di Senigallia, al fine di disciplinare il piano di interventi per realizzare una rete interamente in fibra ottica, in modalità FTTH, con velocità di connessione fino a 10 Gigabit al secondo.

Saranno collegate alla rete a banda ultralarga 16 mila unità immobiliari, tramite un’infrastruttura di oltre 100 chilometri, creata grazie ad un investimento pari a 6 milioni di euro, completamente a carico di Open Fiber, poiché i lavori a Senigallia rientrano nell’opera di modernizzazione del Paese messa in campo dalla società, che coinvolge 271 città in tutta la penisola.

Il progetto è stato illustrato lo scorso 19 novembre 2021, presso il Palazzo del Comune dal Sindaco, Massimo Olivetti, e da Luca Borrelli, Affari istituzionali area centro Open Fiber. Erano presenti anche Alan Canestrari, Assessore alla digitalizzazione, Nicola Regine, Assessore ai lavori pubblici, Elena Campagnolo, Assessore all’ambiente e Maurizio Di Leonardo, Network e Operations Open Fiber Marche.

In merito alla questione, Luca Borrelli, Affari istituzionali area centro Open Fiber, ha dichiarato che questo progetto sarà in grado di abilitare la smart city, semplificando la vita di cittadini, aziende e Pubblica Amministrazione, oltre a supportare il l settore turistico e culturale.

Si specifica, però, che Open Fiber è un operatore wholesale only, dunque non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso.

Open Fiber

Di seguito, invece, le parole del sindaco Olivetti:

È un progetto importante che porterà benefici a tutta la città con un innalzamento considerevole della qualità della vita dei cittadini che potranno usufruire di servizi innovativi direttamente da casa.

Un passo fondamentale per turismo e aziende che farà di Senigallia una città attrattiva anche per imprese nazionali e internazionali.

Un progetto in linea con la sostenibilità ambientale che consentirà ad esempio di ridurre il traffico tramite lo smart working e semplificherà la vita dei cittadini grazie all’implementazione di servizi digitali da parte del Comune.

I nostri uffici sono a disposizione per evitare disagi e criticità nella realizzazione dell’opera.

Secondo quanto affermato da Maurizio di Leonardo, Network e Operations Open Fiber Marche, i lavori a Senigallia sono già cominciati da qualche settimana nei pressi di via Raffaello Sanzio e proseguiranno in zona Parco della Pace.

Successivamente, le operazioni interesseranno la zona del Lungomare Mameli, in cui sarà utilizzata la tecnica del no-dig per non danneggiare il manto stradale recentemente ripristinato dal comune.

A tal proposito, Maurizio di Leonardo ha anche specificato che Open Fiber intende attuare il piano di interventi cercando di ridurre al minimo i disagi per i cittadini, riutilizzando infrastrutture già esistenti durante la fase di realizzazione del 60% dell’intera infrastruttura (equivalente a circa 60 chilometri sui 102 totali previsti).

Il progetto, inoltre, prevede il cablaggio a titolo gratuito da parte di Open Fiber di 30 siti, indicati dal comune di Senigallia e di interesse per la cittadinanza.

Nelle frazioni di Bettolelle, Filetto, Grottino, Case Romagnoli e Roncitelli, poi, Open Fiber realizzerà, nell’ambito del piano BUL e con il contributo della Regione Marche, una rete pubblica in FTTH per connettere le aree bianche (zone escluse da ogni programma di cablaggio per questioni di mercato), per un totale di 700 unità immobiliari.

Per quanto riguarda le principale aree urbane delle Marche, infine, l’operatore wholesale only, attualmente, ha reso disponibili i servizi in fibra ottica ad Ancona, Macerata, Pesaro, Fabriano e Ascoli Piceno, con un investimento privato di oltre 34 milioni di euro.

 

Vuoi ricevere notizie e consigli utili in tempo reale sul mondo della telefonia? Iscriviti gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Segui MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

MondoMobile.News

Back to top button