Open Fiber

Fibra a Montevago (AG): dimezzati i costi del Comune con il nuovo contratto di rete

Il Comune di Montevago ha reso noto di essere riuscito a dimezzare i costi sostenuti per la bolletta telefonica e la connettività dopo essersi affidato a nuove e più efficienti tecnologie di rete, come quella realizzata da Open Fiber in fibra ottica.

Il comune di Montevago si trova nel libero consorzio comunale di Agrigento, in Sicilia, con circa 3000 abitanti. In questa zona, Open Fiber ha reso attiva la sua rete in fibra ottica FTTH fino a 1 Gigabit al secondo, coprendo alcune unità immobiliari anche in modalità FWA, Fixed Wireless Access.

Per accelerare l’installazione della rete, il Comune di Montevago e Open Fiber avevano annunciato quest’anno di aver raggiunto una convenzione su proposta di Giuseppe Arcuri, all’epoca assessore ai servizi di rete e alle attività produttive. Negli ultimi giorni è giunta la notizia della sottoscrizione di un nuovo contratto con un operatore telefonico che ha portato alla riduzione dei costi. Arcuri commenta così il taglio dei costi del Comune.

“L’emergenza Covid pone gli amministratori di fronte al problema di assicurare ai dipendenti, agli studenti, ai cittadini l’erogazione di servizi di connettività sempre più veloci e dall’alto contenuto tecnologico. […] Il risultato permette di coniugare un notevole risparmio per le casse comunali e di efficientare i servizi di connettività per gli uffici comunali e per i plessi scolastici. Sicuramente è una best practice da esportare negli altri Enti Locali”.

Grazie infatti alla connettività in fibra ottica FTTH (e anche FTTC, come specifica la nota del Comune), l’amministrazione comunale ha potuto dimezzare la sua spesa complessiva annua per i servizi di connettività, passata da 12.000 euro a 6000 euro, dotandosi nel contempo di servizi più performanti per garantire anche l’interazione pubblico-privato tramite i canali digitali.

 

Per ricevere notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

MondoMobile.News

Back to top button