Discovery+Streaming

Discovery+ si prepara alle Olimpiadi Tokyo 2020 con la tecnologia Cube. TIMVISION tra i partner

In vista dell’inizio delle Olimpiadi, Discovery+ ha presentato la tecnologia del Cube, appositamente potenziata per i giochi di Tokyo 2020 che verranno trasmessi dall’azienda in Italia nella loro interezza. Presentati anche i partner e il team italiano per coprire gli eventi in streaming.

La tecnologia Cube di Discovery+ per le Olimpiadi di Tokyo 2020

La tecnologia del Cube, che sfrutta un nuovo software e motion graphics, permetterà a Discovery di coprire l’evento delle Olimpiadi di Tokyo 2020 per offrire agli spettatori la possibilità di approfondire ogni gara.

Più precisamente, Cube è una tecnologia che permetterà agli atleti di interagire globalmente grazie alla realtà aumentata, così da poter ospitare nello stesso studio il talent da Milano o Londra che interagisce ad esempio direttamente con l’atleta in Giappone. Ciò permetterà di rendere più agevoli e completi gli approfondimenti con gli atleti del team italiano e non solo.

Il Cube studio multi-location per Tokyo 2020 includerà fino a sette diverse ambientazioni video immersive in tempo reale, scatti a 360 gradi di Tokyo, il software 3D Zoom per accedere a panoramiche più ampie e un’estensione del set virtuale con telecamere in grado di spostarsi nell’ambiente digitale.

Di seguito il commento di Greg Rutherford, l’ex lunghista britannico che farà parte del team on-screen di Discovery per Tokyo nel Regno Unito e in Irlanda:

“L’utilizzo di questa analisi grazie alla grafica aumentata è entusiasmante. Le rivelazioni sugli elementi tecnici del mio salto a Londra 2012 sono state davvero strabilianti, non credevo che una tecnologia potesse darmi così tanto. Ho potuto verificare chiaramente come la mia penultima falcata – cruciale nel salto in lungo – fosse molto più lunga di quanto avrebbe dovuto essere dal punto di vista tecnico; e ho fatto un “clutch jump” che avrebbe potuto essere potenzialmente disastroso, poiché in precedenza mi ero rotto il tendine del ginocchio proprio a causa di questa posizione di salto.

Dopo le Olimpiadi non ho mai analizzato attentamente la mia performance, ma la nuova tecnologia Cube mi ha permesso di approfondirne gli elementi costitutivi e vederla sotto una luce nuova. È così intelligente e divertente che il pubblico di Tokyo 2020 su Discovery non potrà che esserne entusiasta”.

Ha mostrato lo stesso entusiasmo Scott Young, Senior VP of Content and Production di Discovery Sports, che ha definito il Cube “un’incredibile tecnologia immersiva” che dopo la sua prima apparizione ai Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018 ha segnato “una pietra miliare nel nostro sviluppo tecnico” e che sarà portata a un livello tecnico completamente nuovo per Tokyo 2020.

La programmazione e il team

Come accennato, Discovery+ coprirà integralmente le Olimpiadi trasmettendo nei 17 giorni di competizione fino a 30 canali in contemporanea dedicati alle 48 discipline e a tutti i 339 eventi previsti, dall’inizio alla fine della premiazione.

Gli utenti potranno scegliere tra le gare live, rivedere alcuni momenti e ascoltare le interviste e gli approfondimenti con tutti i dispositivi compatibili con Discovery, inclusi smartphone, tablet, Smart TV e PC.

In Italia, chiaramente, Discovery si concentrerà maggiormente sui 384 atleti italiani che fanno parte dell’Italia Team, le cui gesta saranno raccontate da oltre 100 tra commentatori e talent, molti dei quali ex atleti.

Con riferimento ai nomi italiani, si citano Rossano Galtarossa, Margherita Granbassi, Andrea Meneghin, Hugo Sconochini, Roberta Vinci, Francesco Panetta, Riccardo Magrini, Pino Maddaloni, Cristina Chiuso, Rachele Sangiuliano, Paolo Canè, Paolo Cozzi, Alberto Busnari e Ilaria Colombo.

Tra i vari talent da tutto il mondo, ci saranno Sir Bradley Wiggins, Carolina Klüft, Fabian Hambüchen, Alain Bernard, Siren Sundby, Adam Korol, Jani Sievinen e Alberto Contador.

Dal Giappone saranno in collegamento invece Valentina Marchei, Giulia Cicchinè, Zoran Filicic e Sara Pizzo Kashihara.

Federica Pellegrini è stata invece annunciata come Olympic Ambassador di Discovery+ insieme ad altri atleti come Sky Brown, Lydia Valentin, Christian Sørum e Anders Mol.

Nel suo ruolo per l’azienda, La Pellegrini sarà anche protagonista di alcune campagne on air, digital e social ideate dall’agenzia R/GA insieme al Discovery Sports Creative Team.

Discovery ha poi presentato i propri partner distributivi e commerciali, citando innanzitutto TIMVISION, che offrirà tramite il TimVision Box il canale in alta definizione Eurosport 4K. Inoltre, TIM, che ricopre il ruolo di Official Mobile Broadcaster dei Giochi Olimpici di Tokyo, lancerà anche l’App Tokyo 2020 – TIM scaricabile gratuitamente per accedere a diversi contenuti come interviste, video e approfondimenti.

Discovery+ risulta presente anche su Amazon Prime Video Channels e dunque permetterà ai clienti Prime Video di abbonarsi direttamente tramite la propria piattaforma.

Si aggiungono poi i partner DAZN (che trasmetterà live “il meglio dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020”) e Fastweb, main partner del Coni e dell’Italia Team, che sta offrendo ai suoi clienti tre mesi gratuiti di contenuti Discovery+.

L’offerta di Discovery+ per le Olimpiadi di Tokyo 2020

Con Discovery+ chi si iscriverà dal 19 Luglio al 1° Agosto 2021 potrà godere di 3 giorni di prova gratuita e potrà scegliere la sottoscrizione mensile a partire da 3,99 euro al mese oppure l’abbonamento per 12 mesi al prezzo scontato di 29,99 euro complessivi.

Oltre ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, i clienti avranno chiaramente accesso all’intero catalogo di intrattenimento e sportivo, inclusi tutti gli eventi sportivi di Eurosport e anche i Giochi Olimpici Invernali Beijing 2022, per cui Discovery+ garantisce già piena copertura.

Tra le altre cose, Discovery darà spazio in chiaro sul canale Nove al programma Azzurri – La Notte dei campioni con alcuni approfondimenti in seconda serata anche sulle Olimpiadi e ha già lanciato “In Conversation”, una serie di interviste per raccontare la storia della Squadra Olimpica dei Rifugiati istituita nel 2015 con la collaborazione dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite.

 

Per ricevere notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

MondoMobile.News

Back to top button