TechTLC nel MondoVodafone

Vodafone e Google Cloud: nuovo accordo per la data platform Nucleus con oltre 700 scenari d’uso

Vodafone Group e Google Cloud hanno siglato un accordo che darà vita a una partnership strategica della durata di 6 anni per la nascita di una data platform a vantaggio dei clienti dell’operatore in tutto il mondo.

La partnership segue i precedenti accordi e mira a promuovere l’impiego di sistemi di data analytics affidabili e sicuri, ampliando gli accordi precedenti per sviluppare insieme una data platform integrata in grado di spostare elevati volumi di dati a livello globale nel cloud.

La piattaforma, chiamata Nucleus, ospiterà il sistema Dynamo che permetterà a Vodafone di accelerare i suoi progetti per abilitare nuovi servizi per i suoi clienti in diversi mercati, sia per privati che per i clienti business.

A tal proposito, l’operatore ha reso noto di aver già identificato oltre 700 scenari d’uso legati alla nuova data platform, che permetteranno di ridurre i costi e semplificare e centralizzare le operazioni.

Di seguito il commento di Johan Wibergh, CTO di Vodafone Group:

“Vodafone sta costruendo una solida base per un futuro digitale. Disponiamo di enormi quantità di dati che, se elaborati in modo sicuro e resi disponibili attraverso il nostro footprint utilizzando la potenza collettiva di Vodafone e l’esperienza ingegneristica di Google Cloud, trasformeranno i nostri servizi, per i nostri clienti, i governi e le società in cui vivono e servono”

Anche il CEO di Google Cloud, Thomas Kurian, ha commentato l’accordo della durata di 6 anni che permetterà alle due aziende di co-innovare e trovare nuovi prodotti e servizi per accelerare la digital transformation.

Sia Nucleus che Dynamo, secondo quanto comunicato, sono in grado di elaborare circa 50 Terabyte di dati al giorno e sono costituiti da team di specialisti di Vodafone e Google Cloud, per un totale di circa 1000 dipendenti tra Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

Vodafone e Google Cloud hanno enumerato i vantaggi della data platform, partendo innanzitutto dal miglioramento dei servizi di connettività di rete fissa e mobile offerti da Vodafone, oltre ai servizi TV e a diverse applicazioni personalizzate. Un esempio in tal senso è rappresentato dalla possibilità di fornire un immediato aumento della velocità di connessione in base alle esigenze individuali personalizzate.

Un secondo vantaggio sarebbe legato al numero di servizi di smart network in grado, ad esempio, di prevedere e risolvere problemi di rete tramite l’impiego del machine learning. Inoltre, la piattaforma permetterà di sfruttare l’analisi dei dati anche per il settore della sanità, sempre nel rispetto delle normative vigenti nei diversi mercati in cui Vodafone è attivo.

Infine, sarà possibile replicare diverse funzioni di supporto interno tramite l’Intelligenza Artificiale, migliorando i tempi di risposta alle richieste, oltre a riprogrammare l’intero ambiente SAP di Vodafone su Google Cloud.

Tra le altre cose, Vodafone e Google Cloud potrebbero anche decidere di fornire servizi di consulenza, congiuntamente o in maniera indipendente, ad altre organizzazioni e multinazionali.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button