TechLexFonia

PNRR: il digitale entra anche nella Giustizia, Sanità, Turismo e Cultura

Grande protagonista del PNRR presentato nel pomeriggio di oggi, 26 Aprile 2021, dal Presidente Draghi alla Camera, è senza dubbio la digitalizzazione, insieme alla transizione ecologica. Il digitale rientra anche in numerosi settori adiacenti.

Oltre alle misure più strettamente legate alle infrastrutture digitali e all’impiego del digitale nella Pubblica Amministrazione, la digitalizzazione rientra anche in altre componenti del PNRR del Governo, come giustizia, salute, turismo e cultura.

L’intervento del digitale nella giustizia

La “riforma della giustizia” mira a risolvere il problema delle tempistiche di celebrazione dei processi, così da ridurre la durata dei procedimenti penali, favorire la repressione della corruzione e velocizzare i procedimenti di esecuzione forzata e di escussione delle garanzie, come indicato dalla Commissione Europea.

In questo contesto, la digitalizzazione entra in gioco insieme alla volontà del Governo di potenziare le infrastrutture digitali con la revisione e diffusione di sistemi telematici di gestione delle attività e di trasmissione di atti e provvedimenti.

In particolare, si potenzieranno le infrastrutture digitali con riferimento ai procedimenti penali, per permetterne una più rapida celebrazione.

Innovazione e digitalizzazione nel Turismo e nella Cultura

Il digitale rientra anche nel turismo e nella cultura 4.0, sempre con l’intenzione di migliorare l’efficienza dei due comparti, sfruttando le innovazioni più recenti per mettere l’Italia in pari con gli altri Paesi europei.

A tal proposito, uno dei punti del PNRR è la necessità di migliorare la fruibilità della cultura e l’accessibilità turistica tramite investimenti digitali volti alla rimozione delle barriere fisiche e cognitive al patrimonio, supportando la transizione digitale in entrambi i settori.

Il documento finale stabilisce quindi la nascita di un’infrastruttura digitale nazionale che raccoglierà, integrerà e conserverà tutte le risorse digitali del patrimonio culturale, rendendole disponibili tramite piattaforme dedicate per la fruizione pubblica.

Sarà inoltre sostenuta la creazione di servizi digitali ad alto valore aggiunto da parte di imprese del settore e start-up innovative per stimolare “un’economia basata sulla circolazione della conoscenza”.

Un altro punto è rappresentato dalla creazione di un hub del turismo digitale, accessibile tramite una piattaforma web dedicata, che consenta il collegamento dell’intero ecosistema turistico.

L’investimento, in tal senso, si basa sulla messa a scala del portale italia.it, sullo sviluppo di un data lake e l’adozione di modelli di IA per analizzare in forma anonima i dati sul comportamento online degli utenti e sullo sviluppo di un sistema informativo per la promozione e gestione delle attività turistiche, a beneficio degli operatori di piccole e medie dimensioni.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Digitalizzazione

Digitale e Salute nel Recovery Plan

Lo scopo della missione numero 6 è quello di potenziare e riorientare il Servizio Sanitario Nazionale dopo la pandemia di Covid-19, rafforzando l’assistenza sul territorio e garantendo equità di accesso alle cure. Per fare ciò, tra i progetti di investimento rientra anche il digitale.

Nello specifico, il Governo punta a sviluppare la telemedicina per superare la frammentazione e la mancanza di omogeneità dei servizi sanitari offerti sul territorio, oltre che per fornire assistenza domiciliare ai malati.

Come evidenziato all’interno del Recovery Plan, infatti, la telemedicina permette di ridurre gli attuali divari geografici e garantire una migliore esperienza di cura per gli assistiti, oltre a migliorare i livelli di efficienza dei sistemi sanitari regionali.

Per questo, l’Italia finanzierà i migliori progetti di telemedicina proposti dalle Regioni sulla base delle priorità fissate dal ministero della Salute, per tele-assistenza, tele-consulto, tele-monitoraggio e tele-refertazione.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button