Reti 5GInwit

Inwit: conferenza TalkFor5G su come combattere disinformazione e incentivare digitalizzazione

Inwit, in occasione di una conferenza online, ha trattato il tema della lotta alle fake news, soprattutto riguardanti il 5G e la sua diffusione tecnologica e professionale in Italia.

Il webinar si è tenuto lo scorso 22 Febbraio 2021 ed è stato organizzato da FOR, la Fondazione Ottimisti & Razionali, che ha presieduto e moderato l’appuntamento digitale, intitolato “5G ed elettromagnetismo: coinvolgere le comunità e contrastare le fake news”.

L’evento in live in questione è stato il primo di sei appuntamenti indetti da Inwit e previsti all’interno del palinsesto di TalkFor5G, una campagna di sensibilizzazione pensata per il contrasto alla disinformazione sul 5G e per incentivare il dibattito sulle potenzialità e sui benefici apportati questa tecnologia.

Tra i vari ospiti della conferenza, è intervenuto Marco Lombardo, Assessore alle Attività Produttive del Comune di Bologna, il quale ha spiegato come la tematica del 5G vada portata sul piano della scienza e della razionalità, per metterne in evidenza le opportunità sia dal punto di vista imprenditoriale che occupazionale.

L’On. Vincenza Bruno Bossio, Segretario della Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni, ha dichiarato:

È necessaria una narrazione positiva del 5G, ma è complicato farlo. Nonostante tutti gli istituti scientifici confermino che non esiste un problema di elettromagnetismo, risulta comunque difficile far passare il messaggio. Oggi è importante spingere per la sua diffusione, dove l’Italia ha un vantaggio competitivo rispetto agli altri Paesi d’Europa, che non possiamo perdere.

Anche un altro membro della Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazione, nonché portavoce di Forza Italia, l’On Giorgio Mulè, ha evidenziato la necessità di educare la popolazione italiana sul tema del 5G.

inwit 5g smartphone conferenza fake news

Secondo quanto dichiarato da Mulè, infatti, un percorso di formazione basilare sarebbe importante per lo sviluppo di competenze professionali nel settore del 5G, e anche per contrastare il problema di alfabetizzazione digitale italiano e le continue azioni di detrazione mosse contro questa tecnologia.

Michelangela Suigo, Direttore Relazioni esterne e comunicazione di INWIT, ha aggiunto:

L’Italia non si può più permettere un autosabotaggio sul 5G, soprattutto in un contesto caratterizzato da un sistema economico globale sempre più digitalizzato e dall’emergenza pandemica, che ha evidenziato l’estrema urgenza di essere infrastrutturati in maniera avanzata e resiliente. Riduzione della conflittualità, corretta informazione e centralità della scienza: sono questi i punti da cui partire.

Una mobilitazione culturale risulterebbe quindi necessaria per il 5G e per il superamento del divario digitale, come sostenuto anche da Marco Bussone, Presidente dell’Uncem, il quale ha poi aggiunto che è necessario anche uno sforzo istituzionale e politico in questo senso.

Bussone ha infatti sottolineato che, per non far rimanere nessuno indietro, è richiesto “un percorso culturale e sinergico tra Parlamento ed enti locali, per un Paese coeso e unito che guardi al futuro, all’insegna della semplificazione”.

Al Talk organizzato da INWIT e moderato da Claudio Velardi, Presidente di FOR, hanno preso parte oltre agli ospiti già citati anche Iolanda Romano, Fondatrice Avventura Urbana, e Gabriele Falciasecca, Professore Emerito Alma Mater Studiorum Bologna.

I restanti cinque appuntamenti di TalkFor5G sono previsti per il 22 Marzo 2021, il 19 Aprile 2021, il 24 Maggio 2021, il 14 Giugno 2021 e il 14 Luglio 2021, e saranno trasmessi in diretta live su una piattaforma dedicata.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button