Open Fiber

Aggiornamento Piano Banda Ultralarga: i servizi di Open Fiber sono disponibili in 1385 comuni

Infratel Italia ha fornito negli scorsi giorni la relazione aggiornata al 30 Novembre 2020 sullo stato di avanzamento del Progetto Nazionale Banda Ultralarga e sui progressi della concessionaria Open Fiber.

In primo luogo, l’ultima relazione evidenzia lo stato della progettazione definitiva al 30 Novembre 2020 per ciascuna regione.

La progettazione definitiva identifica i tracciati delle reti da realizzare per rispettare i requisiti di gara, le infrastrutture esistenti da riutilizzare e gli enti competenti per il rilascio delle autorizzazioni (progetti FTTH) e identifica il numero e la localizzazione dei siti necessari per la copertura wireless offerta da Open Fiber.

Di seguito un breve riassunto in ordine alfabetico: in Abruzzo sono stati previsti 331 progetti di cui 311 consegnati e 305 approvati; in Basilicata 167 progetti previsti di cui 153 consegnati e 144 approvati; in Calabria 238 progetti previsti, tutti consegnati e 159 approvati; in Campania 595 progetti previsti di cui 577 consegnati e 508 approvati, in Emilia Romagna 449 progetti previsti di cui 377 consegnati e 350 approvati, in Friuli Venezia Giulia 305 progetti previsti di cui 284 consegnati e 279 approvati; nel Lazio 517 progetti previsti di cui 497 consegnati e 482 approvati, in Liguria 275 progetti previsti di cui 250 consegnati e 236 approvati, in Lombardia 1478 progetti previsti di cui 1399 consegnati e 1228 approvati; nelle Marche 351 progetti previsti di cui 318 consegnati e 305 approvati; in Molise 227 progetti previsti di cui 205 consegnati e 198 approvati; in Piemonte 1443 progetti previsti di cui 1383 consegnati e 1339 approvati; in Puglia 223 progetti previsti e consegnati di cui 159 approvati; in Sardegna 136 progetti previsti di cui 135 consegnati e 128 approvati; in Sicilia 520 progetti previsti di cui 492 consegnati e 423 approvati; in Toscana 353 progetti previsti di cui 331 consegnati e 301 approvati; in Trentino Alto Adige 322 progetti previsti di cui 311 consegnati e 289 consegnati; in Umbria 163 progetti previsti di cui 142 consegnati e 137 approvati; in Valle d’Aosta 106 progetti previsti di cui 96 consegnati e 95 approvati; in Veneto 745 progetti previsti di cui 647 consegnati e 629 approvati.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Open Fiber

Il processo di progettazione esecutiva parte invece con la consegna delle istanze agli Enti gestori delle strade e ai proprietari delle infrastrutture esistenti che saranno riutilizzate e si conclude con l’ottenimento delle autorizzazioni e la consegna del progetto.

Infratel Italia è quindi tenuta a verificare i progetti esecutivi, validarli ed emettere l’ordine di esecuzione che permette a Open Fiber di avviare i cantieri.

Per la progettazione esecutiva in tecnologia FTTH al 30 Novembre 2020 i progetti totali consegnati sono 4171 in 2989 comuni diversi. I numeri più elevati sono quelli raggiunti dal Piemonte, dalla Lombardia, Veneto, Sicilia e Campania. Dei progetti consegnati, 4081 sono stati validati e altri 90 devono ancora ricevere validazione.

Per la progettazione esecutiva in tecnologia FWA sono invece 1684 i progetti consegnati in tutti i comuni e 1639 quelli approvati da Infratel.

Infratel ricorda che i cantieri vengono avviati da Open Fiber man mano che Infratel emette i relativi ordini di esecuzione e che quando un ordine viene completato l’operatore wholesale emette una comunicazione di ultimazione impianto di rete (CUIR) che viene notificata ad Infratel.

Su 4075 ordini di esecuzione complessivamente aperti in fibra FTTH e 1635 per la tecnologia FWA, ne sono stati completati al 30 Novembre 2020 con regolare CUIR rispettivamente 1712 e 1414.

Infine, gli ultimi due step del percorso di copertura sono il collaudo e l’avvio dei servizi. Come noto, per eseguire il collaudo di un comune e quindi fornire i servizi alla cittadinanza è necessario che il comune in tutte le sue componenti sia stato completato.

Anche per queste attività, Open Fiber presenta le documentazioni di collaudo che vanno controllate da Infratel. In caso di collaudo positivo l’azienda può avviare i servizi, altrimenti dovrà rimuovere le anomalie.

Al 30 Novembre 2020, le sanzioni comminate a Open Fiber per l’inadempimento alle prescrizioni di Infratel Italia (entro i 20 giorni concessi) in termini di collaudi sono di 3.073.250 euro.

I servizi di Open Fiber sono invece disponibili in 1385 comuni in tutta Italia, al 30 Novembre 2020. Occorre però evidenziare a tal proposito che fino al 31 Gennaio 2021, in ottemperanza al decreto Cura Italia, Infratel ha concesso a Open Fiber di avviare i servizi anche in comuni privi di collaudo per i quali siano stati completati i lavori con l’emissione del relativo CUIR.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button