Tim FissoLexFonia

TIM internet in regalo: stabilite tutele e obblighi sulle promo wholesale per altri operatori

L’iniziativa di TIM di regalare la navigazione ADSL ai clienti con offerta Voce del Servizio Universale, dopo essere stata approvata, viene adesso attuata da una nuova delibera dell’AGCOM in merito che stabilisce le tutele per i clienti del Servizio Universale ma anche gli obblighi per gli altri operatori di rete fissa che sfrutteranno le promozioni wholesale applicate da TIM.

Lo scorso 2 Ottobre 2020 è stata pubblicata sul sito dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni la delibera n. 472/20/CONS, che dunque attua quanto previsto dalla precedente delibera pubblicata il mese scorso, la n. 384/20/CONS.

Come già raccontato infatti, il 2 Settembre 2020 l’Autorità ha approvato la proposta di TIM di procedere con l’attivazione gratuita del servizio ADSL ai clienti con l’offerta Voce, tariffa conforme ai principi di garanzia in materia di Servizio Universale, per un totale compreso tra le 250.000 e le 500.000 utenze.

internet ADSL in regalo

L’obiettivo è quello di sostenere la popolazione nella teledidattica e nello smart working seguendo le linee guida e le previsioni dell’articolo 82 del decreto Cura Italia, offrendo così la possibilità di accedere a internet gratuitamente per chi beneficia della tutela del Servizio Universale per la sola componente telefonica.

Si ricorda che l’iniziativa di TIM di regalare internet ai clienti con offerte con sola componente telefonica non coinvolge soltanto i clienti del Servizio Universale, ma anche altre offerte (ad esempio “RTG Tuttovoce”) che potrebbero già aver ricevuto comunicazione in fattura nelle settimane scorse per la variazione delle condizioni dell’offerta.

La delibera di approvazione prevedeva anche che l’AGCOM comunicasse a TIM i valori delle riduzioni di costo wholesale per consentire al mercato (cioè agli altri operatori di rete fissa) di replicare un analogo servizio (voce e navigazione ADSL gratuita).

Proprio grazie a quanto contenuto nella delibera n. 427/20/CONS pubblicata pochi giorni fa (ecco il documento completo) l’AGCOM chiarisce al mercato le modalità di accesso e fruizione delle promozioni wholesale, incluso l’obbligo di garantire che l’utenza ad oggi beneficiaria delle tutele previste dal Servizio Universale lo resti anche in caso di passaggio ad un altro operatore mediante la sottoscrizione di un’offerta basata sulle condizioni di replicabilità imposte in precedenza.

Innanzitutto, con questa nuova delibera, l’Autorità stabilisce che i destinatari dell’offerta “TIM Voce con ADSL gratuita” sono quelli che, alla data di pubblicazione del provvedimento, fruiscono dell’offerta denominata “TIM Voce”, formulata da TIM quale destinatario dell’obbligo di Servizio Universale (SU) e non hanno già attivo un servizio di connettività ADSL.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

TIM AGCOM

Per quanto riguarda invece le promozioni wholesale rivolte agli altri operatori di linea fissa che sfruttano la rete TIM, l’Autorità ha comunicato la scontistica che TIM applicherà nei confronti degli OAO che riceveranno le attivazioni di clienti del Servizio Universale con attiva la promozione di Internet in regalo, per garantirne la replicabilità.

Per la tecnologia ULL è previsto l’azzeramento del contributo di attivazione una tantum (contributo relativo alla fornitura di una “Coppia simmetrica in rame in sede d’utente per ISDN BRA, POTS, ADSL, SHDSL e VDSL con contestuale realizzazione della portabilità del numero”) e la riduzione canone mensile del 57% (noleggio mensile relativo alla fornitura di una “Coppia simmetrica in rame in sede d’utente per ISDN BRA, POTS, ADSL, SHDSL e VDSL”).

Per la tecnologia WLR con Bitstream condiviso ci sarà invece l’azzeramento del contributo di attivazione una tantum Bitstream condiviso (contributo relativo alla “Attivazione exnovo di un accesso ADSL condiviso”) e l’azzeramento del canone mensile Bitstream condiviso (“Canone per accesso ADSL condiviso”).

Infine per la tecnologia Bitstream naked sarà previsto l’azzeramento del contributo di attivazione Bitstream naked (contributo relativo alla “Attivazione ex-novo di un accesso ADSL naked”) e la riduzione del canone Bitstream naked del 20% (“Canone per accesso ADSL naked”).

Fra gli obblighi imposti dall’AGCOM agli operatori che usufruiranno delle suddette promozioni wholesale, c’è quello di garantire le stesse tutele per i clienti del Servizio Universale con l’offerta TIM Voce o analoghe di altri operatori con internet in regalo.

In questo senso, l’operatore diverso da TIM che usufruisce delle promozioni wholesale comunicate in precedenza, non potrà variare le tariffe retail ai clienti del Servizio Universale. In questo caso, l’operatore sarà costretto a rinunciare alle promozioni wholesale, comunicando a TIM la variazione per cessazione dell’applicazione degli sconti.

Infine, l’Autorità ha ritenuto opportuno che l’utente debba essere avvisato in maniera chiara dal proprio operatore che, nel caso in cui dovesse decidere di cambiare provider, non avrà più la possibilità di sottoscrivere nuovamente l’offerta “TIM Voce” con ADSL gratuita di TIM, dato che questa iniziativa non si applica ai futuri sottoscrittori dell’offerta.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button