Open Fiber

Open Fiber: investimento da 5 milioni di euro per cablare la città di Imperia

Da domani, 8 ottobre 2020, Open Fiber inizierà il lavoro di posa della nuova infrastruttura interamente in fibra ottica, in modalità FTTH (Fiber To The Home), per il cablaggio della città di Imperia.

Dopo aver presentato, infatti, nelle scorse settimane, il piano operativo all’Amministrazione comunale e agli uffici tecnici di Palazzo Civico, aver ottenuto la firma della convenzione dal Comune del capoluogo ligure e aver stabilito le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, l’operatore wholesale only ha intenzione di cablare più di 16mila case e uffici della città, attraverso un’infrastruttura di quasi 70 chilometri, che consentirà di navigare con velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo.

La rete FTTH, in questo modo, permetterà l’abilitazione di servizi come l’Internet of Things, l’e-health, il cloud computing, lo streaming online di contenuti in HD e 4K, lo smart working, il telelavoro, la didattica a distanza, l’accesso ai servizi avanzati della Pubblica Amministrazione e applicazioni Smart City.

I lavori, per i quali Open Fiber sta investendo oltre 5 milioni di euro, saranno concentrati per i primi tre chilometri di scavo a Oneglia, in particolare nelle vie 25 Aprile, Fogazzaro, Garessio, Sacra Famiglia, Magenta, Spontone, Alfredo Nobel, Argine Sinistro, Vecchia Piemonte e Piazza d’Armi.

Open Fiber precisa, inoltre, che gli interventi verranno eseguiti con la tecnica della minitrincea, che riduce l’impatto ambientale dei lavori e consente di accelerare lo sviluppo della rete in città. Successivamente, le squadre di Alpitel, che operano per conto di Open Fiber, realizzeranno nelle zone interessate dai lavori un ripristino provvisorio del manto stradale tramite malta cementizia, per favorire l’assestamento del terreno ed evitare cedimenti. Nella fase finale, poi, come da norme tecniche, verrà eseguito il ripristino definitivo, ovvero la riasfaltatura delle strade manomesse per la realizzazione della rete.

Open Fiber

Una volta completata l’infrastrutturazione del quartiere, si procederà al cablaggio dei condomini presenti in zona, accedendo ai locali comuni degli stabili, come cantine o sottoscala, in cui verrà posizionato un piccolo apparato che permetterà di collegare le singole abitazioni che, in futuro, faranno richiesta del servizio. Open Fiber sottolinea che gli interventi saranno gratuiti e poco invasivi, oltre a non essere previsto alcun accesso alle proprietà private.

Per evitare che il piano subisca rallentamenti, questa fase deve essere contestuale ai lavori in programma nelle strade comunali. Per questo motivo, dunque, i referenti delle squadre operative concorderanno con gli amministratori di condominio le modalità di accesso agli edifici più idonee.

Per il completamento dell’opera è previsto anche il riutilizzo di reti esistenti, aeree e interrate, in modo da rendere i lavori meno invasivi possibili. A Oneglia, ad esempio, circa il 40% dello sviluppo progettuale complessivo è basato su questo presupposto.

Open FIber, inoltre, si è dotata di una struttura di sorveglianza e controllo cantieri, al fine di garantire la qualità delle lavorazioni delle imprese che operano sul territorio di Imperia. È comunque possibile segnalare situazioni anomale anche tramite la sezione Contattaci del sito ufficiale dell’azienda.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button