Open Fiber

Open Fiber inizia a coprire Savona con un investimento complessivo di circa 9 milioni

Open Fiber, la società guidata da Elisabetta Ripa, ha comunicato che il progetto di cablaggio in corso nel territorio comunale di Savona, in Liguria, ha ufficialmente raggiunto le 4.500 unità immobiliari connesse, che potranno ora beneficiare dei nuovi servizi permessi dalla rete in fibra su banda ultra larga FTTH.

Gli interventi di posa dei cavi sono avvenuti in sinergia con l’Amministrazione comunale di Savona, che ha siglato con Open Fiber una convenzione speciale per regolare le modalità di lavorazione e di installazione, al fine di rendere il progetto meno invasivo per la cittadinanza.

I quartieri collegati alla nuova rete sono quelli di Santa Rita e Fornaci, che potranno finalmente rivolgersi a uno degli operatori partner di Open Fiber che offrono la commercializzazione dei propri servizi sulla nuova rete a banda ultra larga.

La rete FTTH installata da Open Fiber, che di recente ha stretto un accordo con Colt per incrementare ulteriormente la propria copertura in Italia, permetterà ai clienti di navigare ad una velocità di 1 Gigabit per secondo in download, soddisfacendo tutte le recenti necessità emerse con la pandemia e dalla diffusione dello smart working.

savona attivazione open fiber

Tra le nuove opportunità fruibili nei quartieri di Savona raggiunti da Open Fiber, vengono menzionate: una maggiore facilità di connessione alla didattica a distanza per gli studenti, l’e-health, il cloud computing, applicazioni alla Smart City come la mobilità sostenibile, il controllo elettronico degli accessi, il monitoraggio ambientale, la gestione dell’illuminazione pubblica e la digitalizzazione dei servizi per il turismo,

Il piano di sviluppo complessivo per la città di Savona ha visto un investimento di circa 9 milioni di euro e prevede in totale di raggiungere le 25.000 unità abitative collegate, attraverso un’infrastruttura FTTH di quasi 100 chilometri.

Si ricorda che Open Fiber è un operatore wholesale only, che si occupa quindi di realizzare l’infrastruttura di rete per poi metterla a disposizione di altri operatori partner che si occuperanno di commercializzare i propri servizi ai cittadini.

I cittadini interessati ad acquistare un’offerta in fibra FTTH dovranno rivolgersi agli operatori attivi sul territorio, tra Vodafone, WindTre, Sky, Tiscali e Macrotel, che si basano sulle reti e sulle infrastrutture messe a disposizione da Open FIber.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button