TimOfferte Smartphone

TIM: promo per iPhone 11 Pro e 11 Pro Max a rate con finanziamento per alcuni clienti in target

In questi giorni, TIM sta inviando alcune comunicazioni SMS ad alcuni clienti in target con dispositivi iPhone, invitandoli a passare ad iPhone 11 Pro a rate.

Come anticipato, TIM sta contattando diversi clienti per proporre le rateizzazioni della promo Ripartiamo Insieme da 5 euro al mese con il suo Volantone. Alcuni clienti in target sono stati invece contattati per un’altra promo dedicata all’iPhone 11 Pro, come riportato nell’SMS in basso:

“Per te, cliente iPhone, la possibilità di passare ad iPhone 11 Pro con sistema a tripla fotocamera. A partire da 35 euro al mese per 30 mesi a zero anticipo. Acquisto con finanziamento Santander Consumer Bank. Vai nei negozi TIM! Costo di attivazione e tutte le info anche su https://www.tim.it/campagna-iphone11-pro”.

Anche nell’SMS in questione, si viene reindirizzati verso una pagina ufficiale del sito in cui sono presenti alcuni dettagli sulla vendita a rate dell’iPhone 11 Pro da 64GB di spazio di archiviazione.

L’iPhone 11 Pro presenta uno schermo OLED da 5,8 pollici di diagonale con chip A13 Bionic e Neural Engine di terza generazione, supportato da 4GB di RAM e, in questo caso, 64GB di memoria interna non espandibile.

La fotocamera è un triplo sensore da 12 Megapixel che permette anche la registrazione video in 4K fino a 60 fps con stabilizzazione. La batteria è da 3046 mAh.

In primo luogo, come accenna il messaggio, occorre evidenziare che la rateizzazione proposta con l’SMS alle condizioni indicate può essere sottoscritta ad anticipo zero con Santander Consumer Bank nei negozi aderenti. Dalla pagina presente sul sito, infatti, il cliente potrà trovare il negozio più vicino per rateizzare l’iPhone.

Con l’attivazione di una rateizzazione tramite il finanziamento Santander Consumer Bank, viene attivata in automatico anche la Promo Smartphone che offre 20 Giga di traffico dati per 30 giorni al prezzo di 9,99 euro, di cui 5 Giga fruibili anche in Roaming all’interno dell’Unione Europea.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

L’offerta di TIM per la rateizzazione dell’iPhone 11 Pro senza anticipo e a rate da 35 euro al mese è valida fino al 30 Settembre 2020, salvo eventuali proroghe o cambiamenti. In alternativa, dovrebbe essere rateizzabile tramite finanziamento anche l’iPhone 11 Pro Max al prezzo di 38 euro al mese.

In entrambi i casi, TIM evidenzia che i prezzi indicati a rate sono tali se si mantiene l’offerta dati attiva per 30 mesi. In caso di cessazione prima del termine, il cliente sarà tenuto al pagamento degli interessi e della rata finale.

Chiaramente, i 35 euro o 38 euro si riferiscono esclusivamente alla rate del dispositivo, a cui si somma il costo mensile dell’offerta. Da quanto emerge osservando l’SMS, sembrerebbe che i clienti contattati siano i già possessori di uno smartphone di casa Apple.

Come sopra accennato, si ricorda che attualmente TIM sta anche proponendo diversi smartphone a rate a partire da 5 euro al mese con la sua promozione Ripartiamo Insieme.

Per alcuni clienti in target, che potranno controllarne la disponibilità nei negozi, potrebbero essere disponibili con Ripartiamo Insieme anche diversi device di fascia alta fra cui proprio l’iPhone 11 Pro, tramite la rateizzazione classica di TIM e dunque anche senza finanziamento Santander.

Con la rateizzazione TIM, della durata di 30 mesi, il cliente deve sempre pagare un costo di attivazione di 9,99 euro, a prescindere dal modello scelto e dalle sue condizioni di vendita.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button