WorldTim

TIM Brasil: qualifica di stalking horse dopo l’offerta per l’acquisizione del business mobile di Oi

Nella cornice dell’operazione di TIM Brasil, VIVO e Claro per l’acquisizione degli asset mobili di OI, è stata proposta la partecipazione congiunta delle tre aziende al processo di vendita con la qualifica di stalking horse.

La qualifica in questione, se approvata dall’assemblea dei creditori del Gruppo Oi, riconoscerà a TIM Brasil, Vivo (di Telefonica Brasil) e Claro S.A. il diritto di rilancio in caso di offerte più elevate eventualmente presentate da terzi nel corso del processo competitivo.

L’assemblea del Gruppo OI dovrà decidere quest’oggi, 8 Settembre 2020, se concedere o meno la qualifica, alla luce dell’apposita offerta aggiornata per le attività mobili del Gruppo a cui sono interessate le tre aziende.

TIM ha ribadito il suo interesse per l’acquisizione di tali asset e il suo impegno allo sviluppo del sistema di telecomunicazioni in Brasile; l’acquisizione, secondo quanto descritto, potrà tradursi in un immediato vantaggio per i clienti in termini di qualità e copertura di rete.

Si ricorda che la società brasiliana Oi è attualmente in amministrazione giudiziaria e da qui nasce la qualifica di Stalking Horse per i tre offerenti, che potranno così valutare se presentare un’offerta più elevata qualora inizino ad emergere altri acquirenti interessati al Gruppo Oi.

La nuova proposta della cordata composta da TIM Brasil, VIVO e Claro ammonta a quota 16,5 miliardi di real brasiliani.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button