TlcReti e FrequenzeTim

La rete unica è più vicina? TIM tratterà con il Governo, ecco i dettagli del progetto FiberCop

Nella presentazione dei suoi risultati finanziari aggiornati a Giugno 2020, TIM si è soffermata sulla proposta di Kkr per Fibercop. Stando alle informazioni emerse, TIM e il Governo hanno inoltre deciso di accelerare il processo per la creazione della rete unica.

Il CdA dell’azienda ha reso noto di aver preso atto con favore dei contenuti del progetto di separazione della rete secondaria e della partnership con Kkr Infrastructure e Fastweb, relativi all’offerta vincolante ricevuta da Kkr per 1,8 miliardi di euro. L’offerta riguarda appunto l‘acquisto del 37,5% di FiberCop, la newco della rete secondaria in rame.

Nei documenti di TIM per la live conference che si terrà domani, 5 Agosto 2020, viene evidenziato che Kkr ha deciso di estendere la sua offerta vincolante al 31 Agosto 2020 su richiesta del Governo. Anche il CdA di TIM si riunirà proprio in quella data per deliberare in modo conclusivo sul progetto FiberCop.

In breve, l’idea è quella di avviare un progetto di coinvestimento con Kkr e Fastweb per aprire la strada alla rete unica. TIM manterrebbe una quota pari al 58% della newco, Kkr Infrastructure il 37,5% (con un pagamento appunto di 1,8 miliardi di euro) e Fastweb il 4,5% a fronte della cessione del suo 20% in Flash Fiber. Così facendo, FiberCop avrebbe un valore di partenza di 7,7 miliardi di euro.

Dopo il coinvestimento, il passo successivo sarebbe quello della creazione di una rete unica, in seguito alla lettera inviata a TIM dal Governo per accelerare lo sviluppo della stessa in Italia.

A tal proposito, il CdA di TIM ha accolto con favore le intenzioni del Governo e ha già dato mandato all’Amministratore Delegato, Luigi Gubitosi, di interloquire con le Autorità in campo.

In basso un’immagine tratta dalle slides di TIM che analizza i tre passaggi dell’operazione, dalla fase di pre-transazione fino all’ingresso dei partner. Al termine dell’operazione, TIM ricorda che continuerà a mantenere il controllo sulla newco.

Fonte: TIM

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia mobile, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Si evidenzia che, stando alle informazioni fino ad ora riportate, FiberCop includerebbe l’intera infrastruttura secondaria passiva di TIM, sia in rame che in fibra, dal cabinet alla casa. I tratti Backbone, Central Office e i Cabinet resterebbero invece al 100% controllati da TIM.

Inoltre, con la sua quota di maggioranza TIM eseguirà tutte le attività operative, dal design alla costruzione delle reti, fino alla loro gestione e mantenimento. FiberCop, operativa con un numero stimato di dipendenti inferiore alle 100 unità, potrebbe così completare il rollout nelle aree grigie e nere fornendo servizi di accesso a TIM e agli altri OLO.

Non sono state ancora fornite ulteriori informazioni circa i piani di integrazione con Open Fiber, ma da quanto emerso i lavori potrebbero subire nelle prossime ore importanti accelerazioni. A tal proposito, si attende intanto la call conference di domani, in cui l’AD Luigi Gubitosi potrebbe fornire ulteriori informazioni sul progetto con il Governo.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button