LexFoniaFastweb

Fastweb Roaming UE: sovrapprezzo autorizzato ancora fino a Luglio 2021

Fastweb è stata autorizzata dall’AGCOM, anche per il prossimo anno, fino a Luglio 2021, ad applicare un sovrapprezzo per i servizi di comunicazione in roaming nei Paesi dell’Unione Europea.

Lo ha reso noto l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni con la pubblicazione della delibera n. 249/20/CONS, avvenuta oggi oggi, 3 Luglio 2020, il cui documento risale però allo scorso 25 Giugno 2020.

Il Regolamento Europeo Roaming like at Home (RLAH) per l’utilizzo della propria offerta nazionale in roaming nei paesi UE alle stesse condizioni domestiche, prevede infatti anche delle eccezioni per circostanze specifiche, con lo scopo di assicurare la sostenibilità del modello di business degli operatori meno grandi e strutturati.

Per autorizzare un operatore all’applicazione di un sovrapprezzo in roaming UE è però necessario che l’Autorità (AGCOM) accerti che il margine negativo netto generato dai servizi roaming al dettaglio sia uguale o superiore al 3% del margine generato dai servizi mobili.

L’Autorità, così come era già successo negli anni scorsi, dopo aver ricevuto la documentazione di Fastweb, ha accertato che l’operatore dispone di tutti gli estremi necessari per applicare il sovrapprezzo in roaming, poiché non è in grado di recuperare i costi sostenuti per la fornitura di servizi di roaming al dettaglio: il suo margine netto negativo per la fornitura di tali servizi è infatti superiore al valore indicato nel regolamento.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Roaming UE Sovrapprezzo

Per queste ragioni AGCOM ha quindi autorizzato nuovamente Fastweb ad applicare un sovrapprezzo in roaming UE per un periodo di 12 mesi a decorrere dal 21 Luglio 2020.

Le soglie massime di sovrapprezzo che Fastweb potrà applicare nel corso dei prossimi 12 mesi sono pari a 3,2 centesimi di euro al minuto IVA esclusa per le chiamate uscenti, 1 centesimo di euro IVA esclusa per SMS uscenti, e 0,35 centesimi di euro IVA esclusa per singolo Megabyte al traffico dati (che scenderanno a 0,30 centesimi di euro a partire dal 1° Gennaio 2021).

Come sempre, l’operatore sarà tenuto comunque a fornire ai clienti una tempestiva informativa in merito ai sovrapprezzi applicati tramite l’invio di un apposito SMS personalizzato. La stessa informativa dovrà essere fornita anche sul sito web e tramite i consueti canali di comunicazione dell’operatore, e ad aggiornare, senza ritardo, gli utenti circa le successive eventuali variazioni delle tariffe applicate.

Non è escluso che nel corso delle prossime settimane vengano pubblicate le delibere di AGCOM per l’autorizzazione del sovrapprezzo in roaming ad altri operatori nazionali, come già successo negli anni scorsi.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Continua a leggere

Back to top button
Close