LexFoniaWindTreiliadFastweb

Iliad: il Cds respinge l’appello per l’accesso agli atti dell’operazione tra WindTre e Fastweb

In seguito alla sentenza del TAR con cui è stata respinta l’istanza di accesso agli atti per l’operazione di condivisione tra Fastweb e WindTre, Iliad ha fatto subito appello. Il Consiglio di Stato ha però nuovamente respinto la richiesta.

Il TAR aveva negato a Iliad l’accesso ad alcuni atti relativi all’accordo tra WindTre e Fastweb per la condivisione delle risorse di rete, richiesto contestualmente all’annullamento dei provvedimenti di autorizzazione del MiSE e dell’AGCOM.

Era stato richiesto l’accesso al testo dell’Accordo stipulato, alla notifica e istanza di autorizzazione dell’accordo presentata da WindTre e Fastweb, al verbale dell’audizione tenuta congiuntamente dagli operatori e singolarmente da Fastweb e, infine, alla documentazione integrativa depositata da WindTre e Fastweb in data 11 Settembre 2019.

Il TAR aveva però deciso di non accogliere la richiesta poiché le due aziende risultavano in concorrenza tra loro e dunque nessuna delle due si pone in condizione di gestore di una rete utilizzata anche da altri operatori.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Iliad Fastweb WindTre

In Appello, Iliad ha dichiarato che il proprio interesse all’istanza di accesso “poggia sulla possibilità di qualificare l’accordo tra Fastweb e Wind come di condivisione (o pooling) di frequenze radiomobili”.

Nonostante ciò, il Consiglio di Stato ha respinto l’appello e dunque Iliad non potrà accedere agli atti in questione. Le spese sono state ancora una volta compensate e la trattazione del ricorso principale resta fissata dal TAR per il 7 Ottobre 2020.

L’accordo di condivisione ha una durata di 10 anni e prevede la realizzazione di una rete condivisa in grado di coprire il 90% della popolazione anche in 5G entro il 2026. Fastweb e WindTre resteranno completamente distinte e indipendenti, con la gestione dell’infrastruttura condivisa affidata a WindTre, come stabilito dagli accordi dell’anno scorso.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Continua a leggere

Back to top button
Close