Tim FissoLexFonia

TIM: i clienti con offerta Voce del servizio universale potrebbero presto ricevere ADSL gratuita

L’AGCOM ha avviato una consultazione della durata di 15 giorni in seguito a una richiesta di TIM per l’approvazione di un’iniziativa volta a offrire il servizio di connettività ADSL senza costi per i clienti con l’offerta TIM “Voce” conforme al Servizio Universale.

TIM ha inviato la nota all’Autorità il 15 Maggio 2020 e oggi, il 30 Giugno 2020, l’AGCOM ha aperto la consultazione prima dell’eventuale applicazione dell’iniziativa.

Secondo quanto dichiarato, quelle potenzialmente interessate a tale iniziativa sarebbero le circa 250.000-500.000 utenze solo “Voce” del segmento consumer che non hanno già attivo un servizio di ADSL.

L’offerta “Voce” di TIM, ricorda l’AGCOM, è una tariffa conforme ai principi di garanzia in materia di Servizio Universale e attualmente prevede un canone mensile di 18,87 euro IVA inclusa, traffico telefonico a consumo senza scatto alla risposta con una tariffa di 10 centesimi di euro al minuto verso fissi e mobili nazionali e uno sconto del 50% per il traffico eccedente i 180 minuti al mese.

Attraverso la nuova proposta in coerenza con quanto stabilito dal decreto Cura Italia, TIM mira a fornire connettività ADSL senza costi per tali clienti, che dovranno solo dotarsi di un modem compatibile (si ricordi la delibera sul modem libero) e configurabile secondo i parametri comunicati da TIM.

I beneficiari continuerebbero a godere del servizio ADSL con fruizione gratuita finché sarà mantenuta l’offerta “Voce” e si potrà comunque richiedere senza alcun costo la disattivazione dell’ADSL in qualsiasi momento. Inoltre, l’iniziativa non comporterebbe l’insorgere di alcun vincolo contrattuale di permanenza.

Lo scopo dell’iniziativa dichiarato da TIM è quello di favorire l’inclusione digitale nelle fasce di utenza più deboli, con costi di configurazione ed erogazione del servizio ADSL integralmente a carico di TIM e che non andranno dunque nemmeno considerati ai fini della determinazione dell’eventuale costo netto del servizio universale.

Come evidenzia anche l’Autorità, l’iniziativa rispecchierebbe gli esiti del procedimento istruttorio avviato con delibera 113/16/CONS in cui l’AGCOM ha concluso che i requisiti previsti per l’inclusione della banda larga negli obblighi di servizio universale sono verificati con velocità di accesso pari a 2 Mbit al secondo.

Inoltre, l’evoluzione della normativa sul Servizio Universale a causa del Nuovo Codice delle Comunicazioni Elettroniche prevederebbe proprio l’inclusione nel Servizio Universale della possibilità di fruire di un adeguato servizio di accesso ad internet a banda larga.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Più nel dettaglio, l’idea di TIM è quello di predisporre tecnicamente la linea del cliente con l’offerta “Voce” comunicando in fattura la disponibilità del servizio aggiuntivo disponibile al momento del collegamento del modem, da acquistare sul mercato o da TIM.

Nel caso di acquisto da TIM, questo può avvenire alle condizioni di mercato vigenti (anche a rate) e presso i canali usuali, dunque ad esempio in negozio TIM.

I clienti che aderiscono all’offerta ADSL conservano le tutele previste dalla disciplina sul servizio universale e continueranno ad avere in consistenza l’offerta “Voce” regolata dalle condizioni del Servizio Universale, oltre alla possibilità di usufruire della connettività ADSL gratis senza limiti temporali.

In qualsiasi momento, l’utente potrà cambiare operatore con il codice di migrazione fornito fornito ai clienti Voce e utilizzabile per avviare la procedura di passaggio sia per la sola componente ADSL che per entrambi i servizi fonia e ADSL.

L’Autorità ha valutato la proposta di TIM evidenziando che il target è costituito, senza distinzione, da tutti gli attuali clienti TIM Voce (platea che sta andando chiaramente riducendosi nel tempo).

Tali clienti devono ricevere un’informativa puntuale sulle condizioni economiche e contrattuali del servizio gratuito ADSL in quanto la proposta, seppure gratuita, si configura come un’offerta riservata.

Nell’informativa, secondo l’Autorità occorrerà specificare le caratteristiche del servizio ADSL in termini di velocità e limitazioni e del servizio fonia, la durata dell’iniziativa, dichiarata da TIM illimitata, e il meccanismo di adesione alla proposta e quello di recesso.

Alla luce della proposta fornita da TIM, l’AGCOM ha ora richiesto al mercato di condividere pareri e impressioni soprattutto in termini di implicazioni per i consumatori e per gli operatori alternativi. La durata della consultazione è di 15 giorni.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Articoli Correlati

Back to top button
Close